sabato, 19 Settembre 2020

Alitalia crolla in Borsa, per l’azienda nessun rischio fallimento

La settimana prossima l’incontro tra Prodi e Cimoli

Forte flessione ieri in Borsa del titolo Alitalia: il mercato sembra non aver fiducia nel percorso intrapreso dal Governo per affrontare la crisi di Alitalia. Ma dalla compagnia arrivano messaggi rassicuranti: sono ingiustificati – spiega l’azienda – sia le voci sulla necessità di una ricapitalizzazione sia il rischio di una insolvenza finanziaria nei primi mesi del 2007. D’accordo anche il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi. Oggi, ha spiegato, “le possibilità che Alitalia esca dalle secche sono molte di più di quattro giorni fa, con il presidente del Consiglio, affiancato dai ministri dell’Economia e dei Trasporti, a lavorare ad un piano di ristrutturazione”. Il no di Bruxelles ad aiuti di Stato – ha aggiunto – non preoccupa il Governo, che pensa ad “interventi nel rispetto assoluto delle norme europee”. Intanto, per la compagnia di bandiera – ha ribadito Bianchi – si cerca “un partner italiano o straniero”. “Ma – aggiunge Bianchi – se qualche compagnia ha messo gli occhi su Alitalia, come molti stanno facendo in questo momento, con l’aria dei corvi che aspettano la vittima, ha sbagliato indirizzo”. Intanto si svolgerà martedì o al massimo giovedì prossimo l’atteso incontro tra il presidente del Consiglio, Romani Prodi, e l’amministratore delegato di Alitalia, Giancarlo Cimoli, nel corso del quale Prodi potrebbe decidere se confermare Cimoli alla guida della compagnia. E’ invece previsto per il 19 ottobre il prossimo consiglio di amministrazione, con all’ordine del giorno anche “deliberazioni sul piano industriale 2007-2009”. La compagnia non si ferma, quindi, nell’attesa che il governo decida la sua strategia.

News Correlate