lunedì, 25 Gennaio 2021

Alitalia e FS al lavoro sul pacchetto Berlusconi

Allo studio formule per rilanciare i consumi, dai voli gratis alla riduzione Iva dei biglietti

L’Alitalia e le Ferrovie si muovono per rispondere alle sollecitazioni del presidente del consiglio Silvio Berlusconi per spingere i consumi rilanciando il turismo culturale. La compagnia di bandiera, secondo quanto si apprende, ha infatti allo studio un programma che riguarderà i passeggeri che dall’estero atterreranno in uno dei due hub nazionali, e cioè a Malpensa e a Fiumicino. A questi passeggeri verrà proposto di viaggiare, gratuitamente, su alcune tratte nazionali. Sempre per promuovere il traffico sulle tratte nazionali, Alitalia lancerà anche delle tariffe superscontate a cui si potrà accedere direttamente, acquistando i biglietti on-line, evitando quindi i costi di intermediazione. In previsione di un’ analoga proposta anche da parte di altri vettori nazionali, Assoaereo sarebbe invece intenzionata a ribadire la richiesta di una riduzione dell’Iva sui biglietti aerei. La generalità delle compagnie, che stanno ancora
scontando un periodo di difficoltà conseguente alla riduzione del traffico, causata prima dalla guerra e poi dalla Sars, chiede anche che si proceda ad una riduzione degli oneri aeroportuali, senza pesare direttamente sulle società di gestione, ma agendo invece sulla componente fiscale delle tariffe di approdo. Anche Ferrovie sta studiando la proposta di Berlusconi di lanciare un piano di incentivazione del turismo culturale facilitando gli spostamenti all’interno del paese, magari con l’offerta di pacchetti week-end a tariffe ‘stracciate’ o addirittura gratis. La società, controllata dal Tesoro, dovrà tuttavia studiare una soluzione, non solo organizzativa, con l’azionista di maggioranza, dal quale in ogni caso deve avere l’ok per iniziative che andrebbero ad incidere sull’equilibrio economico di Trenitalia.

News Correlate