giovedì, 2 Dicembre 2021

Alitalia, il 1° aprile Bruxelles vuole fare il punto della situazione

Prima del rush finale Barrot vuole parlare con il Ministro Lunardi

Il conto alla rovescia per una decisione su Alitalia non e’ ancora cominciato, ma le prossime settimane si annunciano decisive per il futuro della compagnia
di bandiera italiana, e le scadenze piu’ importanti, secondo quanto indicato dal commissario Ue ai trasporti, Jacques Barrot, saranno segnate il primo aprile e il diciannove marzo. Il primo aprile Barrot, ha intenzione di fare il punto sulla situazione del dossier Alitalia con le autorita’ italiane. In quell’occasione il commissario sara’ in Austria e poi in Italia per una visita incentrata sul collegamento del Brennero. La visita non e’ dedicata al caso della compagnia italiana, ma Barrot approfittera’ della presenza del ministro dei trasporti, Pietro Lunardi, per fare una panoramica della situazione
Dall’incontro potrebbero emergere indicazioni decisive per Alitalia, perche’, a quella data, i servizi di Barrot saranno gia’ impegnati nella vera e propria fase di studio e di analisi del dossier che dovrebbe iniziare subito dopo il 19 marzo, quando si concludera’ di fatto il periodo di istruzione del dossier. Il 19 marzo segna infatti la scadenza del periodo a disposizione delle compagnie concorrenti e delle parti interessate per presentare le proprie osservazioni all’esecutivo Ue in merito al piano di salvataggio di Alitalia. Solo a partire da quel momento i servizi di Barrot potranno completare l’ istruzione del dossier e cominciare la fase effettiva di esame dell’incartamento in vista di una pronuncia definitiva. Per il momento Bruxelles non commenta ufficialmente il numero di osservazioni ricevute, ma fonti che seguono il dossier non hanno problemi ad ammettere che sono numerose le compagnie aeree europee che si sono mobilitate per segnalare ai servizi dell’ esecutivo Ue quelle che considerano lacune e incompatibilita’ del piano di ristrutturazione con le normative europee.

News Correlate