venerdì, 22 Ottobre 2021

Alitalia, il 20% ad Air France?

Le parti non smentiscono e il titolo decolla in Borsa

Voci sempre più insistenti danno Alitalia e Air France sempre più vicine, al punto che si vocifera un’ingresso massiccio della compagnia francese in quella italiana, con la cessione da parte del Tesoro del 20% delle azioni Alitalia. Da Londra, il titolare del Tesoro, Domenico Siniscalco, si limita a un no comment sull’insistenza delle voci che vedrebbero la cessione del 20% di Alitalia ad Air France prima dell’autunno. ”Sono appunto indiscrezioni, non si e’ lavorato
bilateralmente con i francesi. In un vertice come questo, non si e’ certo parlato di compagnie aeree”, ha risposto il ministro a margine del G7 per poi allontanarsi senza fornire risposta alla domanda sulla sussistenza o meno comunque di una tale ipotesi allo studio del governo.
Alle indiscrezioni su una possibile soluzione allo studio dell’azionista Tesoro della crisi Alitalia passando per un ingresso consistente di Air France, anche per superare le perplessita’ avanzate dalla Commissione Europea, ha creduto la
Borsa, che venerdì ha visto decollare il titolo di Alitalia. Anche alla luce di ulteriori voci secondo le quali dell’accordo avrebbero parlato lo stesso Silvio Berlusconi e il premier francese Jean Pierre Raffarin, al vertice della settimana scorsa. Ma sull’argomento, anche il partner d’oltralpe chiamato
in causa si trincera dietro un no comment, ribadendo quella che da mesi e’ la posizione ufficiale: prima Alitalia deve risanare i conti e deve essere privatizzata. Secondo fonti informate, Air France sarebbe anzi ‘caduta
dalle nuvole’ leggendo le notizie stampa secondo cui l’ipotesi del 20% sarebbe stata discussa dai primi ministri Berlusconi e Raffarin nel corso del vertice italo-francese a Roma. Le stesse fonti hanno anche ricordato che Air France e’ ormai una compagnia privata. L’ipotesi che Air France possa prendere entro un anno una partecipazione del 20% di Alitalia e’ stata accolta con un certo
scetticismo a Parigi. La compagnia francese, gia’ legata a quella italiana da un accordo commerciale rafforzato da un incrocio azionario del 2%, non fa commenti rinviando a quella che e’ da mesi la posizione ufficiale, e cioe’ che i legami
potranno essere rafforzati solo quando Alitalia sara’ risanata e privatizzata.

News Correlate