martedì, 9 Marzo 2021

Alitalia, il nemico industriale è Lufthansa

Bonomi: ”Sottratti 2 milioni di passeggeri dal bacino padano”

Calcoli alla mano, per il presidente di Alitalia Giuseppe Bonomi è Lufthansa ”il nemico industriale di Alitalia”, anche se c’è stata pure ”un’ aggressione incontrollata delle low cost”, e quindi la compagnia di bandiera italiana in un’ alleanza con Klm ed Air France chiede ”non di spostare attività da Fiumicino a Malpensa ma di essere messa in condizione di parità per competere con la concorrenza”. ”Il nostro nemico è Lufthansa – aggiunge Bonomi – che sta
sottraendo quote di traffico dal bacino padano a favore della Germania. Se Alitalia riuscisse a recuperare complessivamente quei due milioni di passeggeri che vengono spostati dal Nord Italia agli hub tedeschi, avremmo risolto gran parte dei problemi di bilancio e di posizionamento sul mercato globale”. Si tratta di passeggeri che sono stati persi da Alitalia ”per inefficienza. Ed il valore aggiunto dell’ alleanza con Klm ed Air France deve essere proprio quello di posizionarci insieme in questi scali minori da cui partono, offrendo al traffico originato da queste province servizi alternativi a quelli di Lufthansa”. D’ altra parte, ha proseguito Bonomi, ”il problema per Alitalia è generale, visto che in Germania Lufthansa ha quote di mercato vicine al 90% e lo stesso in Francia Air France, mentre noi abbiamo il 60%”. Tutto ciò è stato causato ”da un’ aggressione incontrollata delle low cost sul mercato italiano”.

News Correlate