domenica, 28 Novembre 2021

Alitalia, impegno del Governo per la privatizzazione

Assicurato a Bruxelles che entro un anno lo Stato scenderà sotto il 49%

”Il governo italiano si è impegnato a far scendere la partecipazione del Tesoro ad almeno il 49% in Alitalia al massimo entro un anno”, allo scopo di ottenere il via libera di Bruxelles al piano di salvataggio. Lo ha detto il portavoce della commissaria Ue per i trasporti Loyola de Palacio, sottolineando che una lettera con l’impegno formale del governo in proposito è giunta a Bruxelles
nel pomeriggio di ieri. La privatizzazione, anche parziale, della compagnia – ha aggiunto il portavoce, Amador Sanchez Rico – è una delle ”condizioni indispensabili” per ottenere il via libera di Bruxelles al prestito-ponte di
Alitalia. Nella lettera, ha aggiunto il portavoce, l’Italia si impegnerà anche a non concedere aiuti di stato alla compagnia in futuro. Si tratta di condizioni ulteriori rispetto alle cinque previste dal regolamento comunitario sugli aiuti al salvataggio. Secondo alcune fonti italiane si tratterebbe di un segno di
buona volontà da parte del governo italiano, mentre dalla Commissione, per parte sua, sottolinea che senza questi ulteriori impegni il prestito-ponte non potrà essere concesso.

News Correlate