giovedì, 25 Febbraio 2021

Alitalia, l’Antitrust ci penalizza sul caso Volare

Ma per Easyjet giusta la decisone: “A Linate si rischia il monopolio”

Dopo il via libera condizionato da parte dell’Antitrust per l’acquisto di Volare, Alitalia si dichiara penalizzata dai “pregiudizi” dell’Autorità garante. La compagnia in una nota definisce la decisione dell’Autorità “anomala, resa ancor più complessa dal necessario collegamento della stessa con l’ordinanza del Consiglio di Stato del 23 maggio scorso che aveva sospeso gli atti amministrativi che hanno legittimato la cessione del complesso aziendale di Volare, innescando un’incertezza di per sé già pesantemente negativa sul futuro di questa impresa”. L’ex compagnia di bandiera afferma che “una validissima iniziativa industriale, aggredita da ben sei procedimenti giudiziari civili e due gradi di giudizio amministrativo e cui si è cumulata questa istruttoria antitrust, va morendo nella surroga sempre più piena delle aule di giustizia alle competenti sedi di politica industriale del settore del trasporto aereo nazionale”. Ma se Alitalia si dichiara penalizzata, da easyJet arriva la più totale approvazione alla decisione presa dall’Authority. “Le obiezioni dell’Antitrust sostengono le nostre ragioni. La fusione tra Alitalia e Volare determinerebbe una situazione di monopolio di fatto, in particolare sullo scalo di Linate”. In una nota la compagnia low cost rileva come sia inaccettabile che in origine “vi sia stata una decisione che ha consentito a una compagnia ad un passo dalla bancarotta di acquistare un’altra compagnia altresì in bancarotta per sbarazzarsi della concorrenza acquistandola”.

News Correlate