lunedì, 25 Ottobre 2021

Alitalia, management rivoluzionato per le priorità del Piano Industriale

Firmato l’ordine di servizio che sancisce l’ingresso dei due consulenti statunitensi

Grandi manovre in casa Alitalia per avviare al più presto il piano di rilancio della compagnia. In base alle priorità del nuovo Piano Industriale è stato rivoluzionato e riordinato il management. Il primo passo è stata la firma dell’ordine di servizio che sancisce l’ingresso nei piani alti della Magliana dei due consulenti statunitensi inseriti strategicamente sotto le dirette dipendenze del direttore generale Marco Zanichelli. A Glenn Hauenstein verrà affidato il coordinamento sulle operazioni che riguardano il core business della compagnia, su cui si concentra il piano, mentre Bob King coordinerà l’offerta commerciale, come responsabile della ”sales and flight delivery”. La divisione trasporti passeggeri passa inoltre a Paolo Rubino, quella merci a Massimo Panagia e quella risorse umane resta a Nicola Schiavone mentre Mario Giampaoli diventa direttore delle operazioni di volo al posto di Maurizio Prato. Il mandato dei manager sarà quello di concentrarsi sul rilancio dell’offerta, per ribilanciare il peso dei costi fissi sui ricavi e migliorare gli indici di yeld, soprattutto tagliando le spese di intermediazione. Quanto ai progetti di integrazione tra i vettori europei, sull’alleanza tra Alitalia e Air France giocherà un ruolo non
marginale la partita Airbus, anche alla luce del programma di
rinnovo della flotta che la compagnia italiana deve ancora
portare a termine. Sarebbe questo, secondo alcune indiscrezioni, uno degli argomenti di peso con cui il management italiano starebbe cercando di inserirsi nella trattativa tra Air France e Klm per la costituzione del polo europeo del trasporto aereo.

News Correlate