sabato, 23 Gennaio 2021

Alitalia, nuove rotte in vista

California e Cina le prime mete per il rilancio del lungo raggio

Alitalia tornerà a volare con più impegno in Nord America dove ha intenzione di ripristinare una serie di rotte abbandonate, rinforzando anche quelle più battute. Le linee guida del piano industriali contengono infatti una serie di ipotesi volte a rafforzare i collegamenti con il Nord Atlantico che si affiancheranno anche ad un maggior impegno in America Latina e verso la Cina. Nuove rotte, secondo indiscrezioni, sarebbero allo studio anche per il medio raggio all’interno di una strategia che punterebbe al rafforzamento dei collegamenti point-to-point. I collegamenti via hub resterebbero invece alla base della strategia di rinnovamento del lungo raggio, soprattutto in un’ottica di rafforzamento di Malpensa, senza dimenticare il ruolo strategico dal punto di vista turistico di Fiumicino. Tra le ipotesi allo studio, intanto, spunta la riapertura di Atlanta e Washington, e un possibile ritorno in California, tutti con voli da Malpensa. La rotta verso Boston potrebbe invece raddoppiare, con un doppio collegamento da Milano e da Roma. Anche Miami potrebbe essere rafforzata, probabilmente aumentando la capacità ora garantita dai 767. E, scendendo ancora verso il Sud, potrebbe essere deciso di portare a giornaliero il collegamento verso Caracas, mantenendo i voli quotidiani verso San Paolo e Buenos Aires. Salvo una recrudescenza della Sars, potrebbe inoltre essere stabilito dalla prossima primavera un volo giornaliero verso Shangai, possibile preludio anche alla riapertura della rotta per Pechino.
Il rilancio delle nuove rotte nel Nord Atlantico dovrebbe essere frutto di una integrazione più bilanciata con il partner in Skyteam Delta, e di una aggressiva campagna tariffaria che, dopo i primi tentativi, dovrebbe rilanciare la vendita diretta via internet.

News Correlate