venerdì, 3 Dicembre 2021

Alitalia, prosegue la strada del risanamento

Ristrutturazione Mengozzi bond e riduzione del Capitale in linea con piano 2005-08

L’Alitalia mette nuovi passi verso
l’equilibrio finanziario e patrimoniale e si prepara alla
ricapitalizzazione e alla privatizzazione. Con la
ristrutturazione del Mengozzi bond, la riduzione del capitale
sociale e l’estensione al 31 dicembre prossimo della delega al
cda ad aumentarlo, approvate insieme ad altre operazioni
societarie dalle assemblee degli obbligazionisti e degli
azionisti, la compagnia si e’ messa infatti nelle condizioni di
rispettare, dal punto di vista finanziario, le tappe indicate
nel piano industriale 2005-2008.
Intanto, il gruppo Alitalia al 30 giugno scorso ha ridotto di
38 milioni di euro l’indebitamento netto portando la posizione
finanziaria netta a 1,753 miliardi di euro da 1,791 miliardi del
31 maggio grazie agli effetti della stagionalita’ degli incassi
e dei pagamenti e alla razionalizzazione e contenimento dei
costi per le forniture.
Gli obbligazionisti prima e l’assemblea straordinaria degli
azionisti dopo – accogliendo le proposte del consiglio di
amministrazione – hanno dato il via libera alla ristrutturazione
del Mengozzi bond, il prestito obbligazionario convertibile da
714 milioni di euro. In sostanza, e’ stato deliberato
l’allungamento della scadenza del debito dal 22 luglio 2007 al
22 luglio 2010 e l’aumento del tasso di interesse dal 2,9 al 7,5%
quindi il prestito e’ stato ridenominato da ”Alitalia 2,9%
2002-2007 convertibile” in ”Alitalia 7,5% 2002-2010
convertibile”.

News Correlate