lunedì, 17 Giugno 2024

Alitalia, raggiunto l’accordo con le Agenzie di viaggio

Commenti soddisfatti di Tozzi e Cassarà

“Alla fine ha prevalso il buon senso. L’accordo di massima raggiunto con Alitalia sulla remunerazione delle agenzie di viaggio costituisce un punto di partenza accettabile, non tanto in termini di benefici economici, quanto perché serve, almeno per ora, a salvaguardare imprese e posti di lavoro”.
E’ quanto ha dichiarato il Presidente della Fiavet, Antonio Tozzi, a conclusione di una trattativa serrata, condotta con le altre Associazioni di categoria, per trovare una soluzione alle inderogabili decisioni dell’ex Compagnia di bandiera di ridurre le commissioni dovute alle agenzie di viaggio all’1% a partire dal 1° febbraio.
“Una percentuale – ha sottolineato Tozzi – che portava di fatto le Agenzie di Viaggio ad uscire dal mercato. L’accettazione di alcune nostre richieste, non significa soltanto il riconoscimento del ruolo fondamentale ed insostituibile della distribuzione, ma ci fa guardare al futuro con maggiore serenità, allontanando al momento il pericolo di dover effettuare dei licenziamenti “. La trattativa condotta con il top management Alitalia, alla presenza dell’Amministratore delegato, Mengozzi, del Direttore generale Zanichelli e del direttore vendite, Tucci, “si è svolta sulla base del riconoscimento totale del ruolo degli agenti di viaggio – ha aggiunto Cassarà – rimarremo comunque sempre attenti e vigili a quelle che saranno le esigenze della clientela e dei consumatori”. Cassarà ci ha così voluto illustrare i punti fondamentali dell’accordo che prevede:
– Lo slittamento del taglio delle commissioni al 1° marzo (previste dal 1° febbraio)
-Da quella data non sarà più applicato una commissione ma verrà riconosciuto una “fee”, che sarà inserita direttamente nel ticket sia sul supporto cartaceo che elettronico ed indipendentemente da chi emette il biglietto stesso (agenzie, call center, internet)
-Questi gli importi che saranno applicati sui biglietti cartacei: 10 euro per i voli nazionali, 30 euro per i voli destinazione Europa e 45 euro per i voli intercontinentali; sul supporto elettronico: 8 euro per il volo nazionale, 25 per quello europeo e 35 per l’intercontinentale. La fee sarà applicata anche a chi dovesse prenotare tramite call center o via internet. Per call center questi gl’importi: 10 euro il nazionale, 25 euro Europa e 30 euro l’intercontinentale. Su supporto elettronico:6 euro per il nazionale, 10 euro per l’Europa e 20 per l’intercontinentale. Al biglietto acquistato direttamente su Internet sarà applicata la seguente fee: 3 euro per il domestico, 5 euro per l’Europa e 15 per il volo intercontinentale.
-Sarà inoltre attivato un tavolo permanente tra vettore ed Associazioni
– Le agenzie di viaggio avranno accesso e quindi potranno vendere tutte le tariffe pubbliche e promozionali proposte dal Vettore.

News Correlate