domenica, 24 Gennaio 2021

Alla Bitm firmato Manifesto per sviluppo montagna

Si punta a trasformarla in nuovi spazi di opportunità economica e sociale

La montagna e lo spazio rurale da aree marginali a località centrali di un nuovo modello di sviluppo, da luoghi di abbandono a nuovi spazi di opportunità economica e sociale. E’ l’obiettivo del Manifesto per lo sviluppo della montagna, redatto dal’Unione nazionale comuni comunità enti montani (Uncem), e presentato oggi a Trento nel corso della 10/a Borsa internazionale del turismo montano. Secondo il documento, "la montagna rappresenta un territorio ancora inesplorato che può svolgere un ruolo centrale in un modello di sviluppo economico ed industriale sempre più ‘green’, all’insegna della produzione di fonti rinnovabili, della riduzione delle emissioni di Co2, di sistemi di trasporto sostenibile e della bioedilizia. "Una nuova politica per le aree montane – prosegue il documento – deve partire dalla constatazione che questi territori siano destinati a diventare officina di programmi e di attività, e perciò deve contrapporre a logiche distributive e compensative non più sostenibili, misure che permettano loro di investire autonomamente sulle proprie risorse". Secondo il presidente nazionale di Uncem, Enrico Borghi, il Manifesto "è un importante punto di partenza per uscire dall’attuale crisi, senza contare su nessun principe azzurro che arrivi da Roma o Bruxelles".

News Correlate