sabato, 15 Giugno 2024

Anche ad ottobre situazione di stallo per il turismo

Buoni risultati per pacchetti prestigiosi di lungo raggio e crociere

Preferenza per il lungo raggio, per le crociere e i pacchetti di prestigio, anche se in un periodo di contrazione del mercato. Sono alcuni dei dati che emergono dal monitoraggio dell’Osservatorio Buon Viaggio Network sul turismo per il mese di ottobre.
Particolarmente positivo il dato sui viaggi verso il Nord America, che fa segnare un incremento dell’82,7%. Alta anche la preferenza per l’area Australia-Pacifico, con un +27,91%. Inoltre, si verifica un vero boom delle crociere nel Mediterraneo, le cui richieste aumentano del 77,95%.
In generale, pero’, l’analisi conferma il momento di crisi del settore turistico. I partenti diminuiscono infatti del 17,78%, un dato che vale principalmente per i viaggi di corto e medio raggio, e per destinazioni mediamente piu’ costose e in cui si rimane piu’ a lungo, a conferma della debolezza dei prodotti turistici rivolti alla fascia media degli utenti.
Segnali di crisi vengono da alcune aree geografiche. In particolare crollano l’Europa (-21,82%), l’Africa e il Mar Rosso (-29,58%), i Caraibi (-20%), l’Asia (-17,87%), il Medio Oriente (-17,65%) e l’America del Sud (-17,87%). Danni piu’ contenuti per l’area del Mediterraneo, con un -8,20%.
Per cio’ che concerne le localita’, si risente ancora dell’onda lunga degli attentati terroristici. Sharm el Sheikh, rimane in cima alla classifica ma perde il 49,42%, quasi la meta’ dei turisti.
Al secondo posto Marsa Alam, con una flessione del 16,91%. Disastrosi risultati anche per Parigi, Amsterdam, Madrid e Londra, mentre in controtendenza sono Barcellona (+2,14%) e Roma, che entra direttamente al settimo posto nella speciale classifica. Buone performance per Rodi (al quinto posto) e Hurghada (al decimo).

News Correlate