mercoledì, 27 Gennaio 2021

Anche le low cost si affidano a Galileo

Inseriti già 7 vettori no-frills. A breve anche le altre la soluzione Custom Fares

Il GDS Galileo International detiene oggi sul mercato europeo uno speciale primato, particolarmente significativo in questi mesi in cui si parla tanto di Web Fares: il record del numero di vettori low cost presenti sul database principale del GDS. Non si tratta quindi semplicemente di un accesso facilitato alle Web Fares (cioè le tariffe pubblicate dai vettori su Internet) ma di una piena integrazione e partecipazione delle no-frills al sistema di tariffe e prenotazioni Galileo, allo stesso livello di tutte le altre compagnie aeree full service che distribuiscono le loro tariffe attraverso il GDS.
Dal dicembre 2000 (quando Galileo International è stato il primo GDS nel mondo ad introdurre una low cost sul sistema, Virgin Express) fino ad oggi, ben 7 vettori no-frills hanno deciso di entrare sul GDS Galileo. Sono ben 5 quelli attivi per il mercato europeo: BMI Baby, Hapag Lloyd, Airberlin, VolareWeb e Virgin Express.
Dichiara Thomas Wallentin, direttore marketing e vendite Galileo Sigma: “Considerando che, per definizione, la strategia distributiva delle low cost prevede un contenimento dei costi mediante l’utilizzo del Web e non dei GDS, la scelta delle low cost europee – di privilegiare Galileo partecipando al suo database tariffario principale – è chiaramente un riconoscimento della particolare efficienza e convenienza di Galileo come indispensabile strumento globale d’intermediazione e distribuzione elettronica.
E non è soltanto un premio alla sensibilità dimostrata da Galileo per le esigenze operative e commerciali dei fornitori di servizi, ma anche e soprattutto un grande vantaggio per tutti gli agenti di viaggio che hanno scelto Galileo Sigma. Per un’agenzia di viaggio, infatti, trovare queste tariffe direttamente all’interno del GDS significa incrementare la velocità delle operazioni di vendita, ma soprattutto una piena integrazione ed ottimizzazione dei processi di amministrazione, reporting e back-office. Sono benefici importanti, che un semplice tool di ricerca delle Web Fares non può garantire.” Galileo quindi non è soltanto il GDS preferito dagli agenti di viaggio italiani, ma anche dalle compagnie no-frills europee. E il numero delle low cost presenti direttamente su sistema è destinato ad aumentare ancora: nel frattempo, Galileo Sigma desidera comunque offrire alle agenzie partner la possibilità di ricercare, visualizzare e prenotare anche le Web Fares di tutti i vettori low cost che non partecipano ancora al GDS, con la massima integrazione possibile con tutte le altre tariffe pubbliche e private.
Ci spiega a tal proposito Thomas Wallentin: “Grazie alla nostra innovativa applicazione Custom Fares, le agenzie di viaggio potranno accedere alle tariffe delle compagnie aeree low cost direttamente attraverso il loro sistema d’agenzia, in maniera totalmente integrata con tutte le altre tariffe pubbliche e private disponibili nel database Galileo.
La soluzione Custom Fares è stata lanciata da Galileo nella scorsa primavera sul mercato europeo. Galileo Sigma sta finalizzando un attento lavoro di adattamento e personalizzazione per le specifiche esigenze tecnologiche e commerciali del mercato nazionale: il prodotto, molto facile da usare, sarà presto disponibile anche per gli agenti di viaggio italiani e consente loro di ricercare e visualizzare tutte le migliori tariffe aeree (pubbliche, private e Web) nella stessa finestra allo stesso tempo, per poi passare immediatamente, se lo desiderano, alla fase di prenotazione.”

News Correlate