venerdì, 3 Febbraio 2023

Ancora notti nei musei fra storia e musica

Un omaggio a Garibaldi, favole ladine, musiche zingare e fantasie portate dal vento del Garda

Il Trentino rende omaggio al suo passato e agli illustri personaggi che ne hanno fatto parte. E per questo nulla è più indicato di un museo, luogo di raccolta di memorie per eccellenza. Per “Le Notti dei Musei”, che vede i musei trentini aperti dalle 21 alle 24 per eventi e visite, il 21 agosto abbiamo “Garibaldiner”. Spettacolo ricco di suggestioni , è dedicato a Garibaldi e all’episodio che lo vide protagonista a Bezzecca, del famoso episodio che mise fine alla terza guerra d’Indipendenza: il noto “Obbedisco” al generale Lamarmora. Messo in scena dalla Compagnia delle Belle Arti, ha luogo presso il Colle Ossario di Santo Stefano, ,è gratuito e quest’anno volge uno sguardo anche ad episodi della Prima Guerra Mondiale, che le tante trincee del Colle ricordano. Proprio nella piccola borgata della Val di Ledro è sorto il Museo Garibaldino, che malgrado le ridotte dimensioni espositive risulta comunque illuminante per capire questo capitolo di storia, grazie ai cimeli ed ai documenti in mostra.In occasione dello spettacolo, sarà possibile visitarlo accompagnati da una guida.
La lunga estate de “Le Notti dei Musei” ha in serbo ancora molte sorprese: il 21 agosto, oltre “Garibaldiner”, al Museo Ladino di Vigo di Fassa viene riproposto l’originale “Audide Audide!”, viaggio nel patrimonio favolistico ladino con il gruppo dei Marascogn, novelli cantastorie che cantano, suonano e raccontano, accompagnati da viedeoproiezioni. “Rifiorir di antichi suoni”, la kermesse dedicata ai pianoforti antichi, propone il doppio appuntamento al Museo del Fossile del Monte Baldo, a Brentonico, il 21 agosto e quello del Pianoforte Antico di Ala il 23. Entrambe le serate vedranno protagonisti i pianisti di fama Arthur Schonderwoerd e Miklos Spanyi, impegnati a eseguire le più note sonate a quattro mani del Settecento, nonché di un vasto repertorio di Mozart, su un “Tangentenflűgel”, strumento d’epoca che riunisce clavicembalo, clavicordo e pianoforte.
Infine, giochi circensi e musica per cogliere le “Cose portate dal vento”, al Museo Civico di Riva del Garda, che da questa primavera ha inaugurato un ciclo di spettacoli e incontri dedicati all’Ora del Garda, il vento tipico della zona. In scena questa volta il gruppo zingaro dei Taraf da Metrpulitana, sempre la sera del 21. Tutti gli spettacoli de “Le Notti dei Musei” sono alle ore 21. Il prezzo del biglietto, a parte “Garibaldiner”, varia dai 6 agli 8 euro ed è possibile approfittare degli spettacoli per visitare i musei con una guida.

Info: tel 0641 230016

News Correlate