venerdì, 14 Giugno 2024

Annata boom per l’agriturismo

L’onda lunga prosegue a settembre con oltre 400 mila prenotazioni

Annata boom per l’agriturismo italiano, che ha segnato un record di presenze e si appresta a vivere un settembre ancora all’insegna del pienone, con 400 mila prenotazioni. Nell’estate 2003, secondo dati della Coldiretti e dell’associazione Terra Nostra che hanno compiuto un monitoraggio su presenze e prenotazioni nelle aziende agrituristiche del Belpaese, sono state 1,4 milioni le presenze, con un aumento del 12,5% rispetto all’anno scorso, e un fatturato complessivo che a fine stagione toccherà i 450 milioni di euro (400 mln nel 2002). Quest’anno hanno scelto la vacanza in campagna soprattutto gli italiani (+20%), mentre sono diminuiti in pari misura gli stranieri. ”Ad essere attratti dalla vacanza contadina – secondo la Coldiretti – sono stati soprattutto i giovani under 35 che rappresentano il 55% degli ospiti complessivi degli agriturismi durante l’estate; seguiti dagli impiegati (50%) che scelgono l’ agriturismo per la qualità ambientale ed enogastronomica (75%)”. In più della metà degli agriturismi italiani (55%) si parlano le lingue straniere, oltre il 50% offre ospitalità per animali, il 20% svolge attività di fattoria didattica, più del 70% propone attività ricreative e sportive, il 46% offre visite guidate e più del 20% prepara banchetti con prodotti biologici certificati. Toscana, Umbria, Veneto, Campania, Marche, Trentino, Lombardia e Liguria ma anche alcune Regioni del Sud sono state le mete preferite da chi ha deciso di passare il
proprio tempo libero nella quiete della campagna per seguire i ritmi lenti della natura, conoscere territori inesplorati e riscoprire tradizioni alimentari del passato. Tra le novità di quest’estate, i laboratori per imparare antichi mestieri come quello del casaro, del bachicoltore, della ricamatrice, del mugnaio e dell’artista artigiano, l’ esplorazione di ‘nuovi mondi’ attraverso percorsi storico-archeologici e visite guidate ai patrimoni artistici, visita e cura agli animali in via estinzione, nonché insolite proposte e attività sportive come quella del volo turistico su deltaplani, hydrospeed, rafting, free climbing e giochi di aquiloni acrobatici.

News Correlate