giovedì, 22 Aprile 2021

Ars, ordine del giorno per la legge di bilancio

Prevista la pubblicazione senza le parti cassate e poi il ricorso alla Corte Costituzionale

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato un ordine del giorno per pubblicare il disegno di legge sulle variazioni di bilancio senza le parti impugnate dal Commissario dello Stato. In base al documento, il governo dovrebbe ripresentare tali parti, ricorrendo di fronte alla Corte Costituzionale contro le decisioni del Commissario. Il disegno di legge prevede una serie di interventi riguardanti enti locali, sanita’, trasporti e agricoltura. Nei giorni scorsi, il capo dell’Ufficio del Commissario dello Stato, Carlo Fanfara, ha stravolto la versione originaria del provvedimento, cassando molte parti del testo, tra cui quelle riguardanti il trasferimento del personale delle aziende di turismo, la prosecuzione dei rapporti di lavoro precario in uffici regionali o enti controllati, lo spoils system per i dirigenti regionali, la stabilizzazione degli addetti stampa e dei portavoce, l’assunzione di centinaia di medici e i contributi di dieci milioni a favore di enti e associazioni private.
Come ricordato in aula dal relatore dell’odg, l’azzurro Salvo Fleres, “nell’85% dei casi la Corte Costituzionale ha dato ragione al parlamento quando e’ stato sollevato il contenzioso”. Contraria alla decisione, invece, l’opposizione di centrosinistra. La seduta per la discussione dell’odg, intanto, e’ stata rinviata a martedi’ 20 dicembre, alle 17.30.

News Correlate