sabato, 23 Ottobre 2021

Assaereo, il nuovo Codice rallenta la liberalizzazione

Gli oneri di ulteriori vincoli ricadranno su vettori e utenti

Con la riforma del codice della navigazione aerea l’Enac controlla che il personale delle aziende che si occupano dei servizi a terra negli aeroporti sia
in possesso di particolari requisiti di sicurezza e questo ”e’ lesivo della libera concorrenza tra i nuovi potenziali operatori e quelli gia’ esistenti”. Lo rileva Assaereo, (associazione nazionale vettori e operatori del trasporto aereo) sottolineando che cio’ ”allo stato non e’ riscontrabile in analoghe normative comunitarie” e che ”vengono introdotti ulteriori vincoli alla
concorrenza nell’ambito di servizi di assistenza aeroportuale, i cui oneri ricadranno inevitabilmente sui vettori e sugli utenti”. L’associazione si domanda se ”mentre sulle compagnie aeree nazionali si accentua la pressione del mercato e della concorrenza stimolata dall’Unione Europea, questo doppio binario
costituisca la risposta istituzionale alle preoccupazioni della Autorita’ antitrust sulla ancora incompiuta liberalizzazione del settore del trasporto aereo in Italia”.

News Correlate