lunedì, 18 Gennaio 2021

Assaereo, indeboliti anche dall’Antitrust

Numerosi i fattori che hanno favorito altri vettori comunitari

Se il settore del trasporto aereo italiano si e’ indebolito, ed e’ fallito il processo di consolidamento degli operatori nazionali, cio’ e’ dovuto anche ad alcuni interventi dell’Antitrust. Lo afferma Assaereo in una nota, in cui spiega di prendere atto delle ”poco comprensibili dichiarazioni del Presidente dell’Antitrust su una presunta collusione tra imprese tradizionali e non tradizionali del trasporto aereo”. ”Fino ad oggi gli interventi dell’Autorita’, per limitare la possibilita’ di aggregazione dei vettori nazionali, hanno utilizzato criteri rigidi sia per la definizione di mercato
rilevante (nella scelta degli aeroporti milanesi o nella determinazione di non considerare rilevanti i voli indiretti) sia nel non valutare i sistemi tariffari per la verifica del trasferimento di benefici al consumatore – scrive Assaereo in una nota -. Questa filosofia ha ristretto le possibilita’ di riorganizzazione e razionalizzazione delle reti di collegamento attraverso alleanze e fusioni, con il risultato del mancato sviluppo di economie di scala e di rete nel settore del trasporto aereo italiano: il comparto si e’ operativamente indebolito ed e’ fallito il processo di consolidamento degli operatori nazionali come al contrario si e’ realizzato in altri Paesi. L’eccesso di offerta e la concorrenza esasperata – sottolinea ancora l’associazione – di fatto hanno favorito esclusivamente gli altri vettori comunitari”.

News Correlate