lunedì, 25 Ottobre 2021

Assaeroporti, si rischia lo stop

Senza la riforma del trasporto aereo si rischia di bloccare lo sviluppo

”La mancata attivazione di una
corretta distinzione dei ruoli tra gli enti chiamati a dare
attuazione alla riforma del nuovo Codice della Navigazione
Aerea, il mancato espletamento di attivita’ da parte degli
stessi ed il perdurare di inutili duplicazioni di competenze
bloccano le attivita’ ed i programmi di sviluppo del mondo
aeroportuale”. Lo afferma in un comunicato Assaeroporti,
l’Associazione confindustriale che raggruppa i gestori
aeroportuali italiani.
”Il fenomeno ‘low cost’ e’ per l’Italia – si legge – causa
di mancato sviluppo del trasporto aereo o una opportunita’ da
cogliere per dare nuovo slancio al settore? Il mancato rispetto
degli impegni assunti dal Governo in materia di stanziamenti
annuali nelle leggi finanziarie, anche per il pagamento dei
mutui accesi e/o garantiti dalle stesse Istituzioni col sistema
bancario, rischia di paralizzare la realizzazione di importanti
programmi di sicurezza e sviluppo aeroportuale”.
Queste le problematiche che Assaeroporti denuncera’ al
Governo per verificare la reale volonta’ di pervenire ad un
‘sistema compiuto’ del trasporto aereo, affinche’ gli aeroporti
stessi possano continuare ad operare in un regime di efficienza,
trasparenza e sicurezza.

News Correlate