venerdì, 18 Giugno 2021

Assonautica: Chiriaco, “stop alle tasse portuali per le isole”

Insuleur, approvato a Palma di Maiorca un documento per migliorare il trasporto marittimo

“Eliminare le tasse portuali per migliorare i trasporti nelle isole europee”. E’ la provocazione lanciata a Palermo, durante il convegno sui “Porti turistici e il turismo nautico nel Mediterraneo”, organizzato nell’ambito di MediBit da Assonautica, dal presidente regionale, nonché presidente della Camera di Commercio di Palermo, Vincenzo Chiriaco. Il Consiglio d’amministrazione di Insuleur, la rete delle Camere di Commercio delle isole dell’Unione europea, ha infatti approvato a Palma di Maiorca un documento con proposte concrete per migliorare il trasporto marittimo. Un modo per eliminare quelle discriminazioni e diseconomie delle regioni che si trovano circondate dal mare, indicate dall’articolo 158 del Trattato di Amsterdam. “L’autofinanziamento – dice Chiriaco – discrimina le comunità insulari rispetto a quelle continentali, perché non evita le pratiche abusive circa i traffici obbligati. Per questo si richiede l’eliminazione delle tasse portuali, che si applicano sulle navi per il soggiorno nel porto e il transito sulle merci. Si propone il miglioramento, in termini di qualità ed efficacia nella prestazione dei servizi portuali, favorendo la riduzione dei costi di passaggio di merci nei porti, secondo criteri della politica europea sui trasporti. Dovrebbero rimanere in libera concorrenza i servizi di base, ossia quelli tecnici nautici e quelli di manipolazione e trasporto merci”.

News Correlate