lunedì, 29 Novembre 2021

Assotravel chiede una verifica su My Way Airlines

Sotto i riflettori tutela del mercato e pubblicità

Assotravel (Associazione Nazionale Agenzie di Viaggio e Turismo aderente a Confindustria), su segnalazione di numerose imprese aderenti all’Associazione, ha sollecitato l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ad operare una verifica della rispondenza del comportamento della My Way Airlines alle norme predisposte alla tutela del mercato ed in materia di pubblicità.
Infatti la My Way Airlines, con il marchio myair.com, avrebbe iniziato a commercializzare i servizi di una nuova compagnia aerea che non risulterebbe ancora provvista di regolare permesso di esercizio C.O.A. e, nel contempo, sta sollecitando alla vendita la rete delle agenzie di viaggio italiane ed europee ed ha creato un apposito sito internet dove attivare le prenotazioni.

Con tale iniziativa Assotravel intende dare il proprio contributo per far chiarezza su un comparto, quale quello del trasporto aereo, che sta vivendo un oggettivo momento di confusione e di difficoltà.
Infatti la My Way Airlines, stante quanto riportato oggi da fonti di stampa, sarebbe in qualche modo legata a Volare e alle sue vicende.

Su questo punto Assotravel si fa interprete del senso di disagio che gli agenti di viaggio stanno vivendo a causa delle susseguenti notizie negative sulla compagnia aerea italiana e che rischiano di pregiudicare i rapporti con i clienti in ragione dei conseguenti annullamenti.
Infatti ciò che più preoccupa gli operatori dell’intermediazione dei viaggi, dopo la dichiarazione dello stato d’insolvenza del vettore, è la sospensione, per un mese, della licenza di operatore aereo da parte dell’Enac che cade in un periodo dell’anno, quello delle vacanze natalizie, importante per tutto il movimento turistico italiano.
La decisione dell’Enac, pur doverosa nei confronti di una società che fa registrare un buco in bilancio da 160 milioni di euro, provoca oggettivi problemi di valutazione di quei contratti stipulati con Volareweb per partenze previste per il mese di dicembre.

Proprio per affrontare tali problematiche la stessa Enac ha indetto per il prossimo 3 dicembre, una riunione, a cui ha invitato, oltre ad Assotravel, Astoi, Fiavet, Assoviaggi e Assaereo, allo scopo di esaminare, in prossimità delle festività natalizie, le conseguenze che la situazione di crisi del gruppo Volare sta provocando non solo agli utenti del trasporto aereo ma anche a tutti gli attori della catena turistica.

“Ormai da giorni andiamo ripetendo – ha dichiarato Andrea Giannetti, Presidente di Assotravel – l’assoluta esigenza di un’effettiva supervisione del mercato del trasporto aereo che appare sempre più confuso e fragile. Si rende, a questo punto, sempre più necessaria la costituzione di un’authority di regolazione del comparto dal momento che sono in gioco, oltre alle economie delle imprese, la sicurezza e la soddisfazione dei clienti in un settore delicato quale quello dei viaggi e delle vacanze”.

News Correlate