giovedì, 15 Aprile 2021

Assoturismo, nessuna risposta dal Governo

Albonetti ha definito l’incontro di Palazzo Chigi “Deludente, eludente, inutile”

“Deludente, eludente, inutile”. Così il Presidente di Assoturismo-Confesercenti, Claudio Albonetti, giudica l’incontro di ieri a Palazzo Chigi tra Governo, Regioni ed Associazioni di categoria del turismo, dal quale sarebbero dovute uscire le prime risposte ai problemi che affliggono il settore.
“Deludente, perché siamo usciti dall’incontro con le stesse certezze che avevamo prima di entrare: nessuna, sia per quanto riguarda il futuro assetto dell’Enit, sia sul rifinanziamento della legge 135, come per l’abbassamento dell’Iva ed il problema dei canoni demaniali”.
“Eludente, perché ancora una volta si è evitato di dare risposte alle organizzazioni di categoria che attendono da tempo la realizzazione di politiche del turismo in grado di rilanciare questo comparto, tornando ad essere competitive ed a svolgere il ruolo di volano per l’economia nazionale”.
“Inutile – precisa Albonetti – perché in luogo di indicazioni precise riguardo alla trasformazione dell’Enit in agenzia del turismo, ci è stata proposta una soluzione assolutamente inaccettabile quale la trasformazione dell’Ente in società per azioni che, di fatto, ridurrebbe ancora la presenza ed il ruolo delle imprese del turismo al suo interno. Tutto questo nonostante la contrarietà manifestata, insieme alle organizzazioni, anche dalle Regioni. Inutile oltretutto perché ancora una volta l’incontro si è concluso rinviando la concretizzazione delle soluzioni, sempre più urgenti, a nuovi tavoli istituzionali dai quali, peraltro, le associazioni resterebbero escluse”.
“Insomma – conclude il presidente di Assoturismo – un nulla di fatto che lascia l’amaro in bocca a chi, come noi, quotidianamente è costretto a registrare la chiusura e la cessazione di attività turistiche o la trasformazione in strutture residenziali”.

News Correlate