domenica, 18 Aprile 2021

Assoturismo, vogliamo più attenzione dalla politica

Miglioli, non ci sono risorse da tre anni nei bilanci dello Stato

Dalla politica arrivi più considerazione per il turismo: la decisa richiesta arriva da alcuni esponenti del settore che si sono soffermati sulla capacità ricettiva del nostro Paese a margine della presentazione della tradizionale Borsa del Turismo delle 100 città d’arte, in programma a maggio a Ferrara. ”Il turismo dovrebbe ricevere maggior considerazione da parte della politica a tutti i livelli – ha detto Claudio Albonetti, presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti – non può essere più considerato come una pianta che se la può sempre cavare da sola”. Manca attenzione, mancano progetti e, soprattutto, manca denaro: ”E’ come una macchina senza benzina – ha precisato Valerio Miglioli, presidente di Iniziative Turistiche – Non ci
sono risorse da ben tre anni nei bilanci dello Stato e ci sono state politiche di tagli che hanno messo in difficoltà la gestione dei centri storici, la possibilità di realizzare
servizi qualificati e città a misura d’uomo. Abbiamo tantissime cose belle – ha aggiunto Miglioli- ma non dimentichiamoci che non siamo i depositari unici: per questo siamo diventati, dalla quarta, l’ottava potenza turistica del mondo”. Il contesto è cambiato, è vero: c’è la globalizzazione che ha portato il turismo del Belpaese a ”cambiare più negli ultimi 3 anni che nei 30 precedenti – ha aggiunto Albonetti – Ma questa non può essere una scusa. Anzi, deve essere uno stimolo: il turismo rappresenta già oggi una fonte importantissima della nostra economia, ma con i nuovi mercati che si stanno aprendo, come quello indiano e cinese, potrà diventarlo sicuramente in modo maggiore”.

News Correlate