lunedì, 25 Ottobre 2021

Astoi, a Pasqua torna la voglia d’Europa

In forte recupero anche Egitto, Marocco e Tunisia e boom degli Usa

Le rilevazioni dell’Osservatorio ASTOI sulle prenotazioni e le vendite di vacanze e
pacchetti tutto compreso per la prossima Pasqua si stanno precisando con maggior
completezza proprio con l’avvicinarsi del primo ponte festivo di questa primavera.
Raffrontati ai dati registrati a ridosso della Pasqua 2004, i dati 2005 indicano un positivo
andamento degli short break europei con interesse focalizzato sulle capitali dell’est,
Vienna, Praga e Budapest, sulle citta’ baltiche ed un recupero significativo di Parigi.
‘L’Europa nel complesso’ evidenzia Alberto Corti, Direttore Generale di ASTOI ‘sta
registrando una crescita del 5% nel numero di turisti italiani che hanno deciso di
trascorrervi la Pasqua’.
Nel medio raggio, l’Egitto sta godendo di un crescente recupero per i circuiti classici e le
crociere sul Nilo, mentre resta stabile l’attenzione sulle localita’ del Mar Rosso. Analoga
stabilita’ e tenuta rispetto alla Pasqua 2004 la si rileva anche su Tunisia e Marocco, ‘anche
se nello specifico’ precisa il Direttore Generale di ASTOI ‘si sta delineando un incremento
dei flussi turistici dal nostro paese su destinazioni quali Agadir e Marrakech,
particolarmente amate dal pubblico italiano’.
Nel lungo raggio, si sta assistendo ad un interesse estremamente vivace del pubblico per
gli Stati Uniti, con una crescita complessiva di oltre il 20% di turisti italiani attratti dalla
vacanza a stelle e strisce e con punte anche assai piu’ consistenti registrate da singoli
operatori. ‘A motivare questa tendenza contribuisce in parte anche il cambio
particolarmente favorevole per chi proviene dall’area euro’ precisa Alberto Corti ‘e
soprattutto una recuperata e piu’ generalizzata fiducia verso la destinazione’.
In area caraibica Cuba incrementa del 3% il numero di turisti italiani in arrivo per la
prossima Pasqua e Santo Domingo si assesta su un + 2%. Il Messico consolida il suo
appeal turistico sul mercato italiano con una crescita costante, ma contenuta entro il 2%.
Stabili rispetto alla Pasqua 2004 Mauritius e Seychelles.
Recupero pieno e riposizionamento sui valori dell’anno scorso per le Maldive dopo le
conseguenze dello tsunami. Riallineamento al 2004 anche per l’Estremo Oriente, che
sembra cosi’ allontanare gli effetti del maremoto dello scorso dicembre. ‘ Sono dati e valori
molto incoraggianti’ commenta Alberto Corti ‘poiche’ rilanciano in modo significativo
destinazioni che avevano completamente azzerato i loro flussi turistici subito dopo lo
tsunami’
Estremamente interessante e’ infine la realta’ di Capo Verde che realizza una crescita di
oltre il 10% nel numero di turisti italiani attesi per la prossima Pasqua. Emergenti risultano
essere il Madagascar e la Libia, mete ancora elitarie e per nulla massificate, ma gia’ nei
sogni e nei programmi futuri di molti turisti italiani.

News Correlate