lunedì, 14 Giugno 2021

Astoi, una guida per rispettare l’ambiente

Dalla stagione invernale 2003-04 gli associati offriranno i nuovi depliant

Cataloghi di viaggio che non danno solo indicazioni di alberghi e spiagge, ma anche informazioni su
come trascorrere una vacanza rispettosa dell’ambiente, e che poi a loro volta rispettano l’ambiente perché riciclati correttamente. Sono queste alcune delle iniziative di turismo sostenibile presentate oggi da Astoi, l’associazione Tour operator italiani. “A partire dalla stagione invernale 2003-2004 – ha spiegato Roberto Martinez, titolare di Pianeta Terra e consigliere di Astoi – i depliant di viaggio degli associati conterranno indicazioni su come comportarsi perché la loro vacanza non sia dannosa, perché noi vendiamo un meccanismo organizzato di trasporto e alloggio ma l’80% della vacanza se la costruiscono i turisti”. Secondo l’associazione, che aderisce a Federturismo Confindustria, le possibilità di comunicazione attraverso i cataloghi sono grandissime, dato che i membri stampano circa 100 milioni di brochure all’anno. Per questo motivo è nata l’idea – insieme all’associazione italiana Turismo responsabile – di sfruttarli per aiutare i turisti a rispettare l’ambiente in cui
viaggiano e a conoscerlo meglio. “Cento milioni di cataloghi sembrano uno spreco – ha proseguito Martinez – se non altro di carta. Quindi abbiamo ideato un piano di smaltimento cataloghi. Un’azienda specializzata viene a ritirare la carta e la porta a una società di riciclaggio. I soldi che recuperiamo così sono utilizzati per potenziare la campagna di sensibilizzazione dei turisti”. L’iniziativa di riciclaggio è partita qualche settimana fa per i tour operator e a breve coinvolgerà anche le singole agenzie. Astoi ha anche annunciato che comincerà verifiche sull’applicazione del codice di condotta Ecpat contro gli abusi sessuali sui minori, che ha sottoscritto nel 2000. “Se vogliamo difendere il nostro lavoro futuro – ha concluso Bruno Colombo, vicepresidente di Astoi e presidente di Viaggi del Ventaglio – dobbiamo difendere non solo l’ambiente ma anche quanto lo circonda: flora, fauna e uomini. Per questo oggi pomeriggio avremo una riunione con il Tour Operator Initiative, un network di 25 vettori che, sotto l’egida delle Nazioni Unite, hanno firmato una carta con cui si impegnano a garantire la sostenibilità di tutta la filiera del turismo”.

News Correlate