lunedì, 8 Marzo 2021

Atene 2004, il Ministro del Turismo contro le speculazioni

Il Governo vigilerà sui prezzi pazzi, ma resta impossibile trovare un posto

Il governo greco si è già attivato per colpire quanti speculano sui prezzi nell’approssimarsi delle Olimpiadi, in particolare nel settore alberghiero e della ristorazione: lo ha detto il ministro del turismo ellenico Dimitris Avramopoulos, affermando che comunque si tratta di ”una piccola percentuale” di operatori. ”Non sempre questo allarme dato dalla stampa corrisponde a
realtà, abbiamo visto dopo una nostra ricerca. Si tratta di una piccola percentuale. E’ un fenomeno che è stato registrato in tutte le città che hanno ospitato i giochi. Per la maggior parte degli alberghi, comunque, i prezzi sono stati stabiliti tra il comitato organizzatore dei giochi Athoc e le associazioni
di albergatori, e sono ragionevoli. Altri fuori da questo circuito hanno alzato eccessivamente i prezzi”, ha affermato il ministro. ”Non tollereremo le speculazioni, e siamo convinti che la città di Atene avrà prezzi ragionevoli per i visitatori e anche per i greci. Non vogliamo che nessuno abbia brutte
sorprese”, ha aggiunto Avramopoulos. L’ente per il turismo greco ‘Gnto’ e molti giornali hanno denunciato nelle scorse settimane aumenti fino al triplo del
costo delle stanze ad Atene nel periodo dei giochi, mentre molti operatori turistici lamentano un forte calo delle presenze, proprio a causa dei prezzi stellari chiesti da molti alberghi in tutto il Paese.

News Correlate