venerdì, 22 Ottobre 2021

Autostrade, è il giorno della Palermo-Messina

A 35 anni dalla posa della prima pietra l’opera è praticamente pronta

Dopo 35 anni dalla posa della prima pietra, oltre 40 dall’ ideazione, il sogno della Sicilia, avere completata l’autostrada che collega le due punte estreme dell’ isola, si realizzera’. In Sicilia scendera’ il premier Silvio Berlusconi per rimarcare ancora di piu’ l’importanza dell’ evento: l’ apertura dell’ A20 che collega Palermo a Messina. Finora erano stati aperti al traffico alcuni
tratti ma la parte centrale era ancora chiusa e gli autoveicoli transitavano per la statale 113, una lingua d’ asfalto che in alcuni tratti consente a malapena il passaggio di un camion e un’ auto che provengono da opposte direzioni.
Oltre a Berlusconi, a Torremuzza, al km 126+340, e’ annunciata la presenza del ministro Lunardi, del viceministro dell’ Economia, Gianfranco Micciche’, del governatore Salvatore Cuffaro, di sindaci, di tecnici che hanno lavorato per il
completamento dell’ opera.
L’ autostrada Messina-Palermo lunga 181,08 chilometri e’ costata, secondo le stime, oltre 800 milioni di euro, circa 4 milioni a Km. La prima pietra viene posata nel ’69, ma da quel momento comincia un lungo e tortuoso percorso, fatto di continui stop-and-go che fanno della Palermo-Messina l’eterna incompiuta. Nel ’97 viene costituito il Consorzio Messina-Palermo. Un anno dopo e’ aperto al traffico il tratto Cefalu’-Pollina-Castelbuono. Nel 2001 al vertice del Consorzio arriva Benedetto Dragotta, nominato commissario. Comincia una corsa contro il tempo. La Regione firma con il ministero delle Infrastrutture l’accordo di programma quadro che da’ nuova linfa finanziaria, con lo stanziamento di oltre 300 milioni di euro. Per completare l’autostrada mancano ancora 41 Km. I fondi vengono sbloccati due anni fa. Gli operai lavorano anche la notte, grazie a un accordo tra il Consorzio e i sindacati. Per contrastare le infiltrazioni mafiose, il Consorzio firma un protocollo di legalita’ con l’Anas, i sindacati, l’ Inps e l’ Inail. Lo scorso novembre viene abbattuto il diaframma dell’ ultima galleria, la ‘Piano Paradiso’, che collega Tusa a San Mauro Castelverde. Dopo l’ inaugurazione di oggi l’ autostrada sara’ completamente aperta al traffico nella direzione Palermo-Messina, salvo alcuni rallentamenti in due gallerie, entrambe a Tusa, dove manca ancora l’ impianto di illuminazione
che sara’ completato entro giugno, come prevede il contratto con la ditta appaltatrice. Nella direzione opposta, da Messina a Palermo, invece il
traffico continuera’ a defluire sulla statale 113 dallo svincolo di Tusa fino a quello di Castelbuono-Pollina, almeno fino al prossimo marzo, il tempo stimato dall’ Anas per il completamento dei 13 Km di autostrada da ultimare. Per circa quattro mesi, infine, gli automobilisti non pagheranno alcun pedaggio, in
attesa che siano completati i caselli autostradali.

News Correlate