giovedì, 15 Aprile 2021

Balneari in piazza contro gli aumenti demaniali

Manifestazione a Roma contro una Finanziaria “priva di sostegni”

Con pinne, fucile e occhiali in piazza a Roma per protestare contro una Finanziaria ”priva di sostegni al turismo”. Le organizzazioni sindacali dei balneari hanno portato un pizzico d’estate per le strade della capitale per manifestare contro il decreto legge che prevede un aumento del 300% sul canone di concessione delle aree demaniali per uso turistico-ricreativo. Un provvedimento che se approvato, lamentano le associazioni, potrebbe portare a un rincaro anche del 40% di lettini e ombrelloni. Fiba-Confesercenti, Sib-Confcommercio, Oasi Confartigianato e
Lega delle Cooperative, spiega una nota congiunta, hanno deciso di manifestare insieme ”proprio nei giorni in cui il Parlamento si dovrà pronunciare sulla richiesta di cancellazione, formulata dalle categorie interessate e da molti esponenti politici, di un aumento drammatico e destabilizzante per il settore delle imprese balneari e turistiche”. ”In un momento in cui gli esercenti sono messi alla gogna poiché ritenuti responsabili degli aumenti dei prezzi a fini speculativi – sottolineano le organizzazioni – è proprio il Governo con provvedimenti di questo tipo a spingere le imprese del turismo balneare a rivedere le tariffe dei propri servizi per la prossima stagione turistica”. Il corteo organizzato dai sindacati di categoria partirà da piazza Ss. Apostoli alle ore 10.00 per raggiungere il Senato.

News Correlate