lunedì, 25 Gennaio 2021

“Bandiere arancioni” del Tci, parte la selezione dei comuni liguri dell’entroterra

Un marchio di qualita’ che premia le politiche di turismo sostenibile

Riparte la corsa dei comuni liguri all’ambita “Bandiera arancione” del Touring club italiano, vero marchio di qualita’ delle localita’ d’entroterra, un progetto giunto alla seconda edizione. Per essere ammessi alle candidature occorrono due criteri iniziali: le localita’ non devono avere alcun tratto di costa all’interno del territorio comunale e devono avere al massimo quindicimila abitanti. Quella del Tci e’ l’unica iniziativa italiana che il Wto, l’Organizzazione mondiale del turismo, ha inserito fra i cinquanta programmi realizzati con successo in tutto il mondo per lo sviluppo turistico sostenibile.
Nell’appuntamento precedente il riconoscimento era stato assegnato a Sassello (Sv), Apricale e Dolceacqua (Im), Santo Stefano d’Aveto (Ge) e Castelnuovo Magra (Sp), comuni che hanno promosso il turismo senza incidere in maniera negativa sull’ambiente, il paesaggio e le esigenze della popolazione.

News Correlate