venerdì, 23 Ottobre 2020

Bisonti, arte, chili e cowboy agli inizi nelle Black Hills

A inizio ottobre l’annule Buffalo Roundup and Arts Festival nel Custer State Park del South Dakota

Bisonti, arte, chili e cowboy non hanno molto a che vedere l’uno con l’altro, ma se si partecipa all’annuale BUFFALO ROUNDUP and ARTS FESTIVAL nel Custer State Park del South Dakota agli inizi d’ottobre, allora le affinità sono giustificate.
Tre giorni di eventi riuniscono gli artigiani e gli artisti di maggior talento del South Dakota, pantagrueliche colazioni con pancake e pranzi con chili, oltre ad intrattenimenti di tradizione western e dei nativi americani: questi gli ingredienti della tradizionale manifestazione annuale che si svolge nelle Black Hills.
Il culmine del Buffalo Roundup è proprio il raduno dei bisonti, il 3 Ottobre 2005: un evento molto eccitante nel quale cowboy e cowgirl radunano e conducono la mandria di bisonti selvatici che vive nel Parco di Custer, all’interno di recinti, ove poi si svolge la selezione, la marchiatura e la vaccinazione in previsione della grande vendita autunnale di bisonti. Ogni anno infatti il parco vende circa 350 bisonti ai più agguerriti compratori, durante un’asta che si svolge il terzo sabato di Novembre.
Proprio in virtù dei programmi di conservazione e protezione della natura quali quelli impostati del Custer State Park delle Black Hills del South Dakota, il bisonte – divenuto un tempo una specie animale rara in America – oggi può contare su 250.000 capi.
Una volta ammirati tutti questi bisonti, automaticamente si pensa alla tradizione dei nativi indiani e, logicamente ci si dirige più a nord nella stessa regione, per raggiungere Rapid City e visitare Prairie Edge Trading Co. and Galleries. Prairie Edge è una mostra – con opportunità per shopping – di una delle più belle collezioni del mondo di autentici manufatti e reperti artistici degli Indiani delle praterie. E’ incredibile la ricchezza di questa collezione che è rappresentativa di artisti che usano molteplici degli stessi materiali e delle tecniche tradizionali delle tribù Lakota, Crow, Cheyenne, Shoshoni, Arapaho e Assiniboine delle grandi praterie del Nord Ovest d’America.
Storia e leggenda palpitano e rivivono nei magnifici pezzi e prodotti che sono esposti e venduti in questo grande “trading post” di Rapid City www.prairieedge.com
E poiché le distanze sono ravvicinate, è giusto visitare e sostare a Deadwood, poco più a nord di Rapid City. La cittadina è vieppiù in auge grazie al serial televisivo americano ora disponibile anche in Italia su Sky TV. La strada centrale di Deadwood, la Main Street è un “landmark” storico d’America, perfettamente restaurata per riportarla allo splendore di fine 1900, con le sue viuzze trasversali di ciottolato, le vetture trolley, ed i lampioncino d’epoca vittoriana. Si passeggia sulla Main Street e si ammirano le diverse curiosità: negozi, saloon, sale da gioco e locande rese famose dal pistolero Bill Hickok e da Calamity Jane. Entrambi sono seppelliti al Mount Morian Cemetery, aperto ai visitatori. www.deadwood.org

News Correlate