lunedì, 30 Gennaio 2023

Bit 2004: Cuffaro, facciamo conoscere la vera Sicilia

Il Governatore definisce la Sicilia leader del “turismo relazionale”

Un clima eccezionale, un patrimonio architettonico unico e una tradizione enogatsronomica inviadiabile. Queste sono alcuni dei punti di forza dell’offerta turistica siciliana, ma il vero patrimonio dell’isola, sono i siciliani. Lo ha sottolineato più volte il presidente della Regione Siciliana, Totò Cuffaro, nel corso del suo intervento alla presentazione ufficiale della stagione 2004 svoltasi, per il terzo anno consecutivo, alla Bit di Milano. ”Fare conoscere la Sicilia
autentica, vera, reale”. E’ la strada per lo sviluppo turistico dell’isola indicata dal governatore Salvatore Cuffaro. ”La Sicilia – ha detto Cuffaro – sta crescendo, ha voglia di farsi conoscere. Per questo bisogna fare parlare la Sicilia vera e farla conoscere a tutti, perché l’informazione si occupa troppo spesso di una Sicilia che è vera ma che non rappresenta la stragrande maggioranza dei suoi abitanti”.
”Vogliamo un turismo di relazione e per questo abbiamo preso un grande impegno: fare conoscere le cose autentiche della nostra terra”. ”I turisti che partiranno dopo averla visitata e avere conosciuto i siciliani – ha spiegato Cuffaro – ripartiranno che saranno anche loro un pò isolani, e saranno i migliori testimonial per il nostro turismo”. Tra le strade da seguire, oltre al settore culturale, il presidente della Regione ha segnalato ”la via dei vini”. ”La Sicilia – ha detto – ha delle produzioni enologiche di altissima qualità che parlano del nostro territorio, ne fanno sentire il profumo”. Il governatore ha ricordato anche che la Sicilia ”è la più grande regione d’Europa per numero di produttori di coltivazione biologica”.

News Correlate