domenica, 7 Marzo 2021

Brevivet: Insieme verso la Russia, ma non solo

Accordo tra l’operatore e l’aeroporto Gabriele d’Annunzio per crescere insieme

Insieme verso la Russia ma non solo. Una collaborazione ampia e sinergica che vede l’operatore bresciano e l’aeroporto impegnati a valutare possibilità di collaborazione che partendo da Mosca e San Pietroburgo possano concretizzare ulteriori valorizzazioni di programmazioni ad hoc dal D’Annunzio.
Queste le linee programmatiche presentate alla stampa dal Presidente del D’Annunzio, Ugo Gussalli Beretta, dal Presidente del Catullo, Fulvio Cavalleri e dall’ Amministratore Delegato di Brevivet, Giovanni Sesana.
Un’occasione, iniziando dalla presentazione della catena aerea Brevivet per San Pietroburgo e Mosca operata con cadenza settimanale il giovedì attraverso il vettore Volare, per trovare insieme opportunità di crescita della programmazione che ha già visto in questi mesi alcuni voli con destinazione Lourdes e si spera possa trovare nell’arco dell’anno il posizionamento di destinazioni verso il Portogallo e la Terra Santa.
Una disponibilità, espressa dalla Presidenza del Catullo e del D’Annunzio, perché anche attraverso i Pellegrinaggi e gli Itinerari Religioso Culturali, si manifesti la potenzialità di uno scalo dei bresciani per i bresciani intorno al quale creare sinergie di programmazione e operatività di ampio respiro.
Da parte sua Brevivet, nelle parole del suo Amministratore Delegato Giovanni Sesana, ha mostrato ampia disponibilità a discutere insieme per trovare proprio su Brescia quel radicamento operativo che consenta all’operatore nazionale con sede a Brescia di diventare punto di riferimento per le molte diocesi ad esso collegate.
La programmazione dei voli per San Pietroburgo e Mosca inizierà a fine maggio per concludersi a fine settembre. Nella presentazione dell’operatore anche la disponibilità a valutare altre mete e altre programmazioni unite ad alcuni voli ad hoc già programmati per il prossimo settembre.
Nelle parole dei soggetti coinvolti il coinvolgimento nel nascente Consorzio – BIP – Brescia incoming pool – perché proprio grazie agli operatori e all’aeroporto si possa fare di Brescia un punto serio di riferimento per l’accoglienza in Lombardia.

News Correlate