domenica, 6 Dicembre 2020

British Airways, cadono le prime teste dopo i disagi estivi

Marvyn Walzer si dimette. Era il responsabile per gli scali britannici

Cadono le prime teste alla British Airways, per i disservizi della scorsa estate, quando la compagnia aerea britannica fu costretta a cancellare un migliaio di voli per carenza di personale. Mervyn Walker, uno dei tre dirigenti i cui posti erano stati definiti a rischio a seguito di quella vicenda, si è dimesso da responsabile della compagnia per gli scali britannici. Secondo un portavoce della British, la decisione di Walzer non è legata ai disservizi della scorsa estate (costati al vettore 10 milioni di sterline, circa 14 milioni di euro), ma sarebbe stata maturata da tempo, e il dirigente ne avrebbe parlato con l’amministratore delegato della compagnia, Rod Eddington, già prima di agosto, quando la cronica mancanza del personale addetto al check-in e allo smistamento bagagli quasi paralizzò l’attività della British nello scalo di Heathrow. Walker, assieme a Mike Street, responsabile dei servizi alla clientela, e Peter Read, direttore operativo, era stato indicato dal Sunday Telegraph come uno dei tre dirigenti nel mirino di Eddington che, sulla vicenda della cancellazione dei voli, aveva ordinato un’inchiesta interna.

News Correlate