martedì, 19 Gennaio 2021

British Airways declassata dalla “Standard & Poor”

La società per la valutazione dell’affidabilità creditizia ha abbassato il rating

Giornata nera per la British Airways (BA). La Standard & Poor’s ha declassato il rating della compagnia di bandiera britannica al cosiddetto livello ‘junk’ (cioè sotto l”investment grade’), spingendo il titolo fino ad un ribasso del 7,4%. La società per la valutazione dell’affidabilità creditizia ha abbassato il rating di British Airways da ‘BBB-‘ a ‘BB+’. Allo stesso tempo, il rating assegnato al debito di lungo periodo del vettore e’ passato da ‘BB+’ a ‘BB-‘.
”In seguito al clima più difficile del settore, la Standard & Poor’s ritiene che il profilo finanziario e le misure di credito della British Airways non siano più adatti, e probabilmente non lo saranno nell’arco dei prossimi anni, ad un rating in linea con l”investment grade”’. La reazione della compagnia non si è fatta attendere. ”Sono stupito che la Standard & Poor’s abbia deciso di declassarci adesso”, ha commentato a caldo il direttore finanziario della BA, John Rishton, aggiungendo che dall’ultimo esame di S&P il vettore ”ha superato tutti gli obiettivi finanziari e di ristrutturazione fissati nel programma (di ristrutturazione) ‘Future Size and Shape”’. Solo la settimana scorsa, ha aggiunto il manager, ”la Moody’s ha confermato il suo rating” assegnato alla British Airways. Lo scorso maggio la BA aveva annunciato il passaggio all’utile nell’esercizio 2002-2003 (a fine marzo) grazie ad un piano di ristrutturazione avviato poco prima dell’11 settembre 2001 che prevede tra l’altro una riduzione dell’organico di 13.000 unità. Il vettore ha chiuso l’esercizio 2002-2003 con un utile ante imposte di 135 milioni di sterline (circa 190 milioni di euro) rispetto alla perdita di 200 milioni di sterline del
periodo precedente.

News Correlate