giovedì, 24 Settembre 2020

British Airways, tagli in vista per personale e costi

Bisogna ridurre i costi del 30% e tagliare 3/4.000 unità

La British Airways ha annunciato un piano di riduzione dei costi per 300 milioni di sterline (circa 430 milioni di euro) nei prossimi due anni che secondo alcune stime potrebbe tradursi in 3.000-4.000 esuberi nei prossimi 12 mesi. Il progetto, ha spiegato la compagnia di bandiera britannica,
punta a ridurre del 30% i costi del personale nel suo quartier generale e nelle attività di supporto, nonché del 15% quelli legati alle aree operative. Il vettore non ha specificato l’entità degli esuberi, ma secondo indiscrezioni di stampa il totale oscillerebbe tra 3.000 e 4.000 unità. Una quota, questa, che va ad aggiungersi ai 13.000 esuberi annunciati entro il marzo di quest’anno e legati ad un precedente piano di riduzione dei costi. ”Per mantenere la nostra posizione di compagnia aerea tra le leader nel mondo – ha dichiarato l’amministratore delegato della BA, Rod Eddington -, dobbiamo ridurre ulteriormente i costi in
modo da poter investire nei nostri prodotti e nei nostri
dipendenti”. Gli ultimi due anni, ha proseguito il manager,
sono stati caratterizzati da uno spirito di ”sopravvivenza.
Adesso – ha sottolineato -, vogliamo essere in una posizione che ci permetta di prosperare”. Finora, la British Airways ha realizzato risparmi per 700 milioni di sterline all’anno rispetto al suo obiettivo di 650 milioni di sterline entro il prossimo marzo. ”Abbiamo fatto progressi notevoli sul fronte della riduzione dei costi negli ultimi due anni, ma il fatturato è diminuito drasticamente durante lo stesso periodo – ha spiegato Eddington – Le nostre prospettive sul fatturato sono leggermente migliori, ma è chiaro che la nostra base di costi è ancora troppo alta”.

News Correlate