lunedì, 6 Febbraio 2023

Cabine blindate sugli aerei italiani entro marzo

Restano ancora poche compagnie straniere fuori norma

Cabine di pilotaggio blindate, per tutti gli aerei che atterrano in Italia, entro il 31 marzo. Un provvedimento al quale – secondo quanto si è appreso – non hanno finora ottemperato solo 4-5 compagnie straniere, soprattutto di Paesi africani, alle quali è stata concessa una proroga per tutto il prossimo mese per potersi mettere in regola. Della sicurezza del trasporto aereo si occuperà un vertice del ‘Gruppo di Lione’, la task force internazionale sul crimine
organizzato istituita dai paesi del G8 in programma tra un paio di giorni a Washington. In quella occasione – sempre secondo quanto si è appreso – si discuterà anche dello sky marshall, una figura che l’amministrazione americana ha chiesto all’Italia di adottare nei voli diretti negli Usa. La posizione italiana, a questo riguardo, è quella di discutere meglio della questione, tenendo comunque presente che l’arma migliore e prioritaria contro il terrorismo è quella della prevenzione. Dunque: soprattutto interventi mirati su passeggeri e bagagli, anche puntando sul controllo automatizzato delle liste di imbarco, incrociando i nomi con quelli presenti nei data base di persone sospette, e sull’identificazione certa grazie ai dati biometrici. Della questione della sicurezza a bordo degli aerei si occupa anche un ddl presentato nei giorni scorsi da parlamentari di maggioranza ed opposizione, che prevede tra l’altro introduzione a bordo di ”personale specializzato per l’individuazione preventiva di passeggeri pericolosi”. Una specie di sky marshall, ma disarmato.

News Correlate