lunedì, 14 Giugno 2021

Calo di passeggeri nei principali Aeroporti

In controtendenza gli scali minori

Arrancano i grandi aeroporti italiani, mentre gli scali minori registrano un netto aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E’ la fotografia della situazione, “scattata” da Assaeroporti nel mese di luglio. Lo scalo di Milano Malpensa ha segnato un -14,5% del traffico passeggeri rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Discorso analogo per Roma Fiumicino, in calo dell’8%. Milano Linate fa registrare una flessione minima dello 0,1%, ma è anche vero che è rimasto chiuso a lungo. Il segno meno riguarda anche altri maggiori scali nazionali: Napoli -4,4%; Venezia -9,6%;
Palermo -7,9%; Torino -10,9% e Firenze -11,1%. In netta controtendenza gli aeroporti minori, in qualche caso con vistosi recuperi. Dai dati Assaeroporti, si segnala Pisa con un +24,5%; Roma Ciampino +32,1%; Catania +13,3%; Alghero +10,9%; Treviso +15,0%; Brescia +28,2%; Pescara +62,1%; Cagliari +7,2%; Forlì segna addirittura un +234,0%. Negli andamenti di traffico aeroportuale del decennio 1991-2001, il trend è in rialzo costante per nove anni, segnando più che un raddoppio: si passa infatti dai 45.387 passeggeri del ’91 ai 92.442 del 2000. Il 2001 segna, come è ovvio, una flessione scendendo a quota 90.254 passeggeri.

News Correlate