sabato, 27 Febbraio 2021

Camera di Commercio e Comune di Palermo in missione a Riga

Quattro giorni di incontri istituzionali per avviare rapporti commerciali con la repubblica baltica

Il Comune e la Camera di Commercio in missione istituzionale a Riga, capitale della Lettonia, ponte naturale di collegamento tra l’Europa occidentale e la Russia. L’iniziativa cade nei giorni in cui la Lettonia decide del suo futuro con il referendum per l’ingresso nell’Unione europea, in programma il 20 settembre. L’economia della Lettonia, in rapida trasformazione dopo l’indipendenza dall’ex Unione Sovietica ottenuta nel 1991, potrà aprirsi adesso a nuove prospettive.
La delegazione del Comune è formata dal vicesindaco Dario Falzone, dagli assessori allo Sviluppo economico e al Turismo, Giacomo Terranova, e alle Attività produttive Eugenio Randi e dal Presidente del Consiglio comunale Totò Cordaro. Per la Camera di Commercio sarà presente il presidente, Vincenzo Chiriaco.
Per quattro giorni, dal 18 al 21 settembre, i delegati saranno a Riga per incontrare, tra gli altri, il sindaco della capitale, Guntars Bojars, il presidente della Camera di Commercio lettone, Andrs Lasmanis, il direttore Janis Leja, il direttore dell’Istituto del commercio estero in Lettonia, Umberto Bonito, il direttore del Consiglio dell’economia lettone, Viktors Kulbergs, il presidente dell’aeroporto di Riga, Dzintars Pommers, e il direttore della Fiera. Con loro discuteranno delle opportunità di scambi economici e commerciali con la Lettonia, posizionata strategicamente sul Mar Baltico e porta d’ingresso ai mercati dell’Europa orientale.
“Si tratta di una missione istituzionale per avere un primo approccio con un paese che presto farà parte della grande casa dell’Unione europea – spiegano il vicesindaco Dario Falzone e l’assessore allo Sviluppo economico Giacomo Terranova – avviare oggi e per tempo nuove relazioni e queste forme di collaborazione in ambito economico e imprenditoriale significa porre solide basi per sviluppare rapporti ed entrare a far parte di quei progetti che in futuro verranno finanziati dall’Unione europea e che coinvolgeranno i diversi stati membri. Stiamo cercando – aggiungono Falzone e Terranova – nuovi sbocchi in un’area molto interessante come quella di un paese, la Lettonia, che si affaccia sul mar Baltico, e siamo certi di avviare importanti collaborazioni con le istituzioni e con gli imprenditori locali”.
“Questa missione – continua Terranova – organizzata dalla Camera di Commercio e sostenuta dal Comune s’inserisce nell’ambito delle iniziative volte all’internazionalizzazione delle imprese palermitane che vogliamo escano dal territorio siciliano con i loro prodotti e la loro creatività”.
Chiriaco, in particolare, presenterà il sistema economico e produttivo palermitano a enti e imprenditori lettoni per avviare partnership e collaborazioni. Secondo il presidente della Camera di Commercio, che due mesi fa ha avviato un’interlocuzione con l’ambasciatore del Cile in Italia, “è ai nuovi mercati che bisogna guardare, senza temere la distanza geografica che non è necessariamente un handicap. La Lettonia, che ha adesso l’opportunità di entrare nell’Unione europea, può essere un territorio di straordinario interesse per la Sicilia, proprio per la diversità geografica e climatica”.
Notevoli pure le opportunità per il turismo: Riga ha un centro storico perfettamente conservato che custodisce tesori artistici e il più grande quartiere liberty d’Europa. Molti investitori stranieri, anche italiani, hanno acquistato negli anni scorsi interi palazzi storici per farne alberghi. Il Paese, già collegato con la Bielorussia e con le altre due repubbliche baltiche (Lituania ed Estonia) attraverso 20 mila chilometri di strade, sta contribuendo alla costruzione dell’autostrada Riga-Tallin, che costituisce parte del progetto da 200 milioni di euro della via Baltica, diretta alla Germania attraverso la Polonia. L’inflazione, al 23,1 per cento nel 1995, è scesa progressivamente intorno al 2,5.

News Correlate