giovedì, 21 Gennaio 2021

Canoni demaniali, gli operatori balneari criticano la proroga

Il rinvio a giugno degli aumenti provoca incertezza tra gli imprenditori

Gli operatori turistici balneari criticano l’ennesima proroga, al 30 giugno 2006, degli aumenti per i canoni di concessione demaniale, approvata dal Consiglio dei Ministri. Lo affermano in una nota i dirigenti della Federazione Italiana Balneari, Fiba-Confesercenti. “Avremmo preferito una soluzione definitiva sui canoni – ha affermato il presidente della Fiba, Renato Papagni – piuttosto che un’ulteriore proroga che fa rimanere in sospeso, ancora una volta, gli operatori turistici balneari, senza alcuna certezza per il proprio futuro di imprenditori, senza la possibilita’ di poter prevedere degli investimenti diretti alla riqualificazione della propria offerta, senza la sicurezza di poter determinare i prezzi per la prossima stagione estiva”. La federazione auspica l’avvio di un tavolo tecnico per una soluzione sui canoni “condivisa e accettabile da tutti”.

News Correlate