giovedì, 24 Settembre 2020

Capo d’Orlando punta sullo sviluppo della Nautica da diporto

Realizzata una “carta del territorio” per conoscere tutti i servizi e gli itinerari

“La nautica da diporto a Capo d’Orlando e a Sant’Agata Militello tra breve vedrà un rilancio e quindi uno sviluppo”. A sostenerlo è il commissario ad acta dell’Azienda Soggiorno e Turismo di Capo d’Orlando, Romano Alaimo, che nei gironi scorsi ha avuto un incontro, al quale era presente anche il direttore dell’AAST Cono Catrini, con il sindaco di Capo d’Orlando, Massimo Carrello, e quello di Sant’Agata, Bruno Mancuso.
I due primi cittadini hanno dato mandato all’Azienda Soggiorno di occuparsi dello sviluppo del “diportismo nautico” nei due centri attraverso progetti ed iniziative che portino anche ad un rilancio del turismo.
Al progetto della nautica da diporto presterà attenzione anche la Regione Sicilia. “L’Assessore Regionale al Turismo Fabio Granata – ha evidenziato Alaimo dopo l’incontro di ieri alla Bit a Milano con l’Assessore Granata – rivolgerà grande attenzione ed interesse al progetto relativo allo sviluppo del diportismo nautico e mi ha assicurato che presto verrà a Capo d’Orlando per approfondire questa nostra iniziativa”.
Nei primi due giorni della BIT, lo stand dell’Azienda Soggiorno e Turismo di Capo d’Orlando, che si trova nel settore riservato alla Provincia di Messina, nel padiglione 13 interamente dedicato alla regione Sicilia, ha fatto registrare un alto numero di visitatori. “Le maggiori richieste – ha affermato il direttore dell’AAST Cono Catrini – erano indirizzate alla nostra programmazione che comprende iniziative che vedono protagonista tutto il comprensorio dei Nebrodi, mentre oggi e domani illustreremo i pacchetti turistici ai tour operator interessati al nostro territorio”.
Tra le varie iniziative dell’Azienda Soggiorno sarà menzionato anche quello della nautica da diporto, volano per un rilancio turistico della costa tirrenica e dell’interland, come spiega Romano Alaimo.
I due porticcioli saranno messi nelle condizioni di consentire alle imbarcazioni di poter approdare facilmente, mentre il diportista potrà contare su una efficiente ospitalità e ricettività.
“Il viaggiatore una volta arrivato in questo comprensorio – ha proseguito Alaimo – potrà scegliere quale percorso turistico seguire. Tutto questo sarà indicato in una ‘carta del territorio’, da noi realizzata, che darà le linee guida su come muoversi in questo comprensorio, coniugando le risorse della costa con le zone interne e con l’area protetta”.
In questo libretto saranno elencati i servizi per il diporto, le notizie utili sull’approdo e gli indirizzi più importanti per il diportista, inoltre ogni singolo comune del comprensorio avrà il suo spazio, in cui verrà elencato il patrimonio architettonico e storico, alberghi, ristoranti e altre strutture ricettive.
Proprio con albergatori e ristoratori del comprensorio dei Nebrodi il Commissario ad acta dell’Azienda Soggiorno di Capo d’Orlando affronterà il tema dell’abbattimento dei prezzi. “Bisogna attuare dei costi accessibili – ha concluso Alaimo – che certamente corrispondano al un rapporto prezzo-qualità”.

News Correlate