Capri, protesta contro Caremar

Contro l’abolizione della corsa Capri-Sorrento il 27 giugno stop attività

La rivolta di Capri contro i tagli della Caremar e la definitiva abolizione della corsa tra Capri e Sorrento andrà in scena martedì 27 giugno con lo sciopero di tutte le attività isolane e una manifestazione di protesta. Intanto dalla Regione è arrivata la convocazione del presidente della giunta della Campania, Antonio Bassolino, per un incontro da tenersi venerdì 23 giugno alle ore 12,30 nella sede della presidenza della giunta regionale a Palazzo Santa Lucia. L’invito però che non ha fatto desistere il comitato promotore e le amministrazioni dei due comuni a mantenere ferma la protesta, istituendo un’unità di crisi nei due comuni per fornire indicazioni ai cittadini, e lo stato di agitazione nelle due località isolane contro i provvedimenti di modifica dell’assetto dei trasporti marittimi per Capri.

News Correlate