mercoledì, 21 Aprile 2021

Catania, ciak a Linguaglossa

A fine 2006 al via le riprese di un film sceneggiato da Michelangelo Antonioni

Linguaglossa, in provincia di Catania, si trasformera’ tra ottobre e novembre 2006 in un set cinematografico. Il comune etneo, infatti, e’ stato scelto come ambientazione del film “L’aquilone sul vulcano”, il cui soggetto e’ stato scritto anni fa dal grande regista Michelangelo Antonioni e dallo sceneggiatore Tonino Guerra. Assoluto riserbo sul cast, mentre la regia sara’ affidata ad Enrica Antonioni, che ha affiancato il marito nella direzione di tutti i film, negli ultimi 35 anni. Il Premio Oscar Antonioni, che a settembre compira’ 95 anni, potrebbe comunque essere presente sul set. Il progetto e’ stato sviluppato in sinergia con il Comune di Linguaglossa e lo scorso ottobre il dipartimento regionale Beni Culturali lo ha approvato per la programmazione del Por Sicilia 2000-2006.
Il soggetto originario raccontava la storia di un bambino che riusciva a far volare il proprio aquilone solo con l’aiuto degli abitanti del suo paese, un piccolo villaggio posto ai piedi di un vulcano. Adesso, il vulcano e’ diventato l’Etna, il paese Linguaglossa e quello del bambino e dell’aquilone e’ lo spunto per una storia piu’ complessa. La trama vede una compagnia di giovani teatranti di Linguaglossa mettere in piedi un teatro per realizzarvi uno spettacolo, dal titolo appunto “L’aquilone sul vulcano”. Ma l’improvvisa eruzione dell’Etna, con un chiaro riferimento a quella del 2002, distrugge il necessario per l’allestimento dello spettacolo, vanificando gli sforzi dei protagonisti. Dopo un primo momento di sconforto, i ragazzi cominciano a cercare aiuti per far “volare” lo spettacolo, come il bambino della storia da loro messa in scena cercava aiuto per fare volare l’aquilone. Si apriranno cosi’ a un’esperienza nuova che, nel tentativo di superare i danni di una catastrofe naturale, gli fara’ scoprire valori di cooperazione, tenacia e solidarieta’.

News Correlate