martedì, 20 Aprile 2021

Cefalù nel network delle enoteche locali

Pronto il progetto per l’enoteca nell’ex mercato ittico e il percorso sulle orme della Targa Florio

Il Comune di Cefalù crede sempre più nel turismo e scommette su un’altra iniziativa il network delle enoteche locali. L’itinerario è quello delle “strade dei vini e dei sapori delle Madonie sul percorso della Targa Florio”.
A Cefalù, secondo quanto stabilito dalla Giunta Municipale, l’enoteca locale sarà ospitata all’interno dell’ex mercato ittico, in via Giovanni Amendola, nel cuore del centro storico della cittadina normanna ed a pochi passi dall’Osterio Magno, antica dimora dei Ventimiglia, Marchesi di Geraci.
“L’incremento dei flussi turistici – spiega il sindaco Simona Vicari – passa sempre di più dalla qualità. Se riusciamo a migliorare la fruizione del patrimonio culturale e a diversificare l’offerta nei tanti turismi – continua il primo cittadino – possiamo vincere una sfida che ci vede oggi in concorrenza con gli altri paesi dell’area del mediterraneo”.
Pronto anche il progetto esecutivo per l’adeguamento e arredamento dell’ex mercato ittico, edificio di rilevanza storica ed unica struttura di “archeologia industriale” presente a Cefalù.
I lavori complessivi ammontano a 300 mila euro. Per il finanziamento la Giunta ha presentato il progetto all’Assessorato Agricoltura e Foreste per attingere alle risorse comunitarie del Por Sicilia 2000 – 2006 – misura 4.13.

News Correlate