mercoledì, 3 Marzo 2021

Chinasia propone la combinazione Shangi-Pechino

Minitour di 7 giorni alla scoperta delle due grandi metropoli

Nel calendario cinese è segnato da oltre 2.500 anni, e per molti secoli ha rappresentato una festività importantissima, celebrata ogni anno dall’imperatore nel corso di cerimonie ufficiali: è il giorno del Solstizio d’Inverno (quest’anno il 21 dicembre), la giornata più corta dell’emisfero Nord del pianeta, che in Cina viene considerato un giorno molto favorevole perché segna il ritorno dello yang, il principio filosofico che racchiude il “positivo”.
Per chi sogna un viaggio invernale tra le meraviglie dell’Impero Celeste
Chinasia propone la combinazione Shangi-Pechino
Un “mini tour” di 7 giorni/5 notti alla scoperta delle due grandi capitali cinesi. Partenza dalla metropoli più futuristica della Cina contemporanea, Shanghai, dove ai profumi e le architetture della tradizione cinese, tipici di luoghi come il Tempio del Buddha di Giada o il Giardino del Mandarino Yu, si affiancano luci e geometrie spaziali del Bund, il centro commerciale della città, che lungo il fiume Huang Po vede convivere enormi edifici, migliaia di piccoli negozi e grattacieli stile anni ’30. Da Shanghai alla capitale cinese, Pechino: dall’immensa Piazza Tian An Men si può accedere ai tesori della Città Proibita, che l’imperatore lasciava proprio il giorno del solstizio d’inverno per recarsi al Tempio del Cielo a pregare, mentre fuori città si possono ammirare il Palazzo d’Estate, antica residenza estiva imperiale, il complesso del Tempio dei Lama, fino ai suggestivi resti della Grande Muraglia e l’ingresso della leggendaria Via Sacra.
fino al 31 marzo 2006, ogni giovedì e domenica a partire da 1.140 euro
(quote comprensive di voli Air China Milano/Roma per Shanghai, Shanghai-Pechino, Pechino per Milano/Roma, trasferimenti da e per gli aeroporti di Shanghai e Pechino effettuati con mezzi privati e assistenza di personale specializzato parlante italiano,
sistemazione in alberghi di 1° cat., 1° cat. sup. o Lusso, prima colazione all’americana)

News Correlate