venerdì, 30 Ottobre 2020

Ciset, 2003 stabile e 2004 in crescita

Lo studio condotto dal Veneto anticipa l’andamento dei flussi turistici

Flussi turistici stabili nel 2003 e, con l’attesa ripresa economica, in crescita per il 2004. A indicare il prevedibile andamento del settore in Italia è il
Veneto, prima regione turistica del Paese con 58 milioni di presenze e quasi 15 miliardi di fatturato, attraverso la rilevazione realizzata dal Ciset per Federturismo Veneto, l’associazione di categoria degli Industriali del Veneto.
I dati raccolti evidenziano che nel 2003 il Veneto registrerà arrivi per un totale 7.220.000 persone con un incremento dell’1% mentre il 2004 vedrà le unità salire a 7.407.000 con una crescita del 2,6%. I dati scomposti per provenienza indicano per il 2003 un calo dello 0,8% di arrivi dai 21 Paesi principali; mentre per aree ci sarà una flessione del 0,2% dall’Europa centrale e addirittura un -4,4% dall’extra Europa. Tiene il nord Europa con un +0,4% mentre crescono dell’ 1,3% gli arrivi dal bacino del Mediterraneo. Per il 2004 il quadro è decisamente migliore con i 21 principali Paesi che crescono del 2,2%, così come l’area mediterranea (8,5%), l’Europa centrale (2,1%), il nord Europa (1,9%) e l’extra Europa (2,2%). Ad incidere negativamente per il 2003 è sostanzialmente il mercato extraeuropeo con un meno ”storico” del 9,3% dal
Giappone e un -3,7% sia dagli Usa che dall’America Latina: una tendenza che però dovrebbe invertirsi nel 2004. A colmare il vuoto saranno comunque in parte i tedeschi, ma soprattutto i francesi (+1,3%), mentre gli inglesi saranno stazionari. Se i tedeschi si rivolgeranno a tutta l’offerta turistica della regione, dopo il black out del 2003 americani e giapponesi quando torneranno si indirizzeranno soprattutto alle città d’arte. I francesi, sia quest’anno che nel 2004, preferiranno invece terme e montagna. Nel 2003 i flussi turistici vedranno oltre tre milioni di visitatori per le città d’arte, oltre due milioni per il mare, 317 mila unità per le terme, 182 mila per le montagne: una classifica che, con un aumento di persone, resterà immutata anche nel 2004.

News Correlate