mercoledì, 23 Giugno 2021

Città del Mare cambia proprietà ma non identità

Riconfermata la vocazione turistica e l’attuale gestione

Con il comunicato del 3 dicembre 2004 è stato ufficializzato il raggiungimento dell’accordo fra il Gruppo Unipol e la Glenbrookoperae s.r.l., società controllata da Glenbrook International Real Estate Fund L.l.c. e da Operae S.p.A. per la cessione, tra gli altri, dell’immobile di Città del Mare, il villaggio siciliano di Terrasini.
L’operazione di vendita da parte di Unipol rientra nell’ambito del progetto di razionalizzazione e riqualificazione patrimoniale e reddituale del comparto immobiliare del Gruppo Unipol.
“Nonostante il cambio di proprietà immobiliare, l’identità e le modalità di gestione del villaggio, rimangono inalterate. Città del Mare Hotel & Resort, infatti, manterrà immutate le proprie caratteristiche e continuerà ad operare in linea con il percorso seguito fino ad ora, tramite la società di gestione Hotel Villaggio Città del Mare S.p.A. La decisione di non apportare modifiche sostanziali né dal punto di vista della gestione né da quello delle attività è stata presa per dare continuità ai rapporti che lo legano a tour operator e agenzie di viaggio che, in questi anni, hanno dimostrato la loro capacità di produrre risultati positivi” commenta Mario La Dolcetta sales & marketing manager di Città del Mare.
La nuova proprietà, infatti, ha acquisito il villaggio con l’intenzione di conservare la vocazione ricettiva rivolta al turismo e all’attività congressuale, con l’obiettivo di migliorare la qualità del servizio e dando completa fiducia all’attuale management.

News Correlate