domenica, 24 Ottobre 2021

Columus Day, il Carro di S.Rosalia a New York

Sulla Nbc esibizione del coro di voci biancheTerzo Millennio

I ‘palermitani d’ America’ hanno coronato un sogno: riabbracciare, al Molo 85, sul fiume Hudson, Santa Rosalia col suo carro trionfale, icona del Festino. Ed e’ questo, adesso, un luogo simbolo dell’ identità culturale che unisce, in un comune sentire, gli emigrati e i siciliani che continuano a vivere in patria. Un legame suggellato dal sindaco Diego Cammarata che nel porto di New York ha accolto il carro della Santuzza, insieme con il presidente del Consiglio comunale Toto Cordaro e l’assessore ai Servizi demografici Pippo Enea. Fra le autorità siciliane presenti, anche il presidente della Provincia Francesco Musotto e l’ assessore regionale al Turismo Francesco Cascio. L’ arrivo del carro, in occasione del ”Columbus day”, è stato salutato anche da Lawrence Auriana, presidente della Columbus Citizens Foundation, che da ora in poi lo custodirà a New York in virtù del comodato d’ uso concesso dall’Amministrazione comunale. L’ informale cerimonia è stata accompagnata dalle note dei ”triunfi” di Santa Rosalia intonate dal coro di voci bianche Terzo Millennio, un collettivo composto da giovanissimi cantori formatisi alla scuola del Teatro Massimo. Al termine, il sindaco Cammarata ha rinnovato la tradizionale invocazione del Festino, ”viva Palermo e Santa Rosalia”, pronunciata all’ unisono con i
numerosi esponenti della comunità italoamericana che hanno
assistito all’evento. ”La nostra presenza qui a New York – ha detto il sindaco Cammarata – vuole testimoniare il forte legame fra la nostra terra e quanti hanno dovuto lasciarla per cercare fortuna. Abbiamo ricevuto un’ accoglienza molto calorosa, che ricambiamo con sincero affetto. Il dono del carro esprime il nostro amore per i fratelli siciliani emigrati ma vale anche a ricordare che, durante il nostro impegno istituzionale di amministratori, continueremo a volgere lo sguardo alle comunità dei palermitani
e dei siciliani che vivono all’ estero, curandoci anche delle
loro esigenze”. Agli appuntamenti Usa hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale, Toto Cordaro, gli assessori Pippo Enea e Giacomo Terranova e la delegazione dei consiglieri comunali, di cui fanno parte Pasquale Terrani, Giuseppe Prestigiacomo, Giuseppe Amato, Davide Faraone, Roberto Clemente ed Emilio Arcuri. Si aggiungono nuovi appuntamenti nell’agenda di impegni che vedono protagonisti i cantori del coro di voci bianche, in trasferta negli Stati Uniti per le celebrazioni del “Columbus Day”, nell’ambito del progetto ideato da Alfio Scuderi e Sandro Tranchina con la sponsorizzazione di Provincia, Comune e Regione. Domenica 12 ottobre i giovani artisti sono stati ospiti della trasmissione domenicale della Nbc, una sorta di “Domenica In” a stelle e strisce che ogni settimana viene seguita da 28 milioni di persone. In scaletta un’esibizione delle giovani ugole palermitane. “Siamo lieti di partecipare alle celebrazioni per il Columbus Day – commenta il presidente Francesco Musotto, che volerà in America a capo della delegazione di Palazzo Comitini per un ciclo di visite alle comunità italoamericane e ai club di tifosi rosanero oltreoceano – per ribadire la nostra volontà di rinsaldare i legami con i siciliani emigrati negli Stati Uniti, concittadini che non hanno dimenticato le loro radici e sono fieri di dimostrarlo in questa occasione di forte impatto emotivo e di grande valore culturale”. Oggi i cantori si esibiranno nella cattedrale di Saint Patrick, poi apriranno la parata e il collegamento televisivo con Nbc e Rai, cantando l’inno nazionale americano sulla Fifth Avenue. La suggestiva sfilata sarà seguita in diretta da Bruno Vespa nel suo “Porta a Porta”, con una postazione sul luogo e collegamenti con lo studio di Roma. Domani le voci bianche saranno ospiti del Dipartimento di Stato Americano a Washington, per il concerto che si terrà alla presenza del Segretario di Stato, Colin Powell, e del ministro della Difesa, Donald Rumsfield.

News Correlate