domenica, 27 Settembre 2020

Comiso, arriva il parere dell’Avvocatura dello Stato

“Coerente la soluzione suggerita dal Comune sulla gestione dello scalo”

La procedura seguita dal Comune di Comiso in merito all’affidamento della gestione dell’aeroporto, si prefigura come la più plausibile in assenza di normative specifiche. Questo il parere dell’Avvocatura dello Stato “in considerazione del fatto che comunque il Comune risulta proprietario dell’infrastruttura aeroportuale, in quanto titolare della misura comunitaria”. A richiedere il pronunciamento era stata l’Enac dopo le divergenze scaturite dall’ipotesi prospettata dal Comune di affidare la gestione alla Soaco, società del Comune da ricapitalizzare attraverso l’ingresso di soci istituzionali e di un partner privato individuato attraverso un bando di gara europeo. “E’ un risultato importante – dice il sindaco, Pippo Digiacomo – che dimostra come il Comune abbia sempre proceduto correttamente pur in assenza di normative specifiche per un aeroporto che, primo in Italia, nasce non per legge dello stato. L’aeroporto sarà pronto ormai tra poco meno di un anno e quando sarà consegnato dovrà subito entrare in funzione”.

News Correlate