sabato, 16 Gennaio 2021

Compagnie aeree, Alitalia critica i dati Istat

Le compagnie criticano il metodo di calcolo e parlano di tariffe diminuite

I prezzi dei biglietti aerei, a dicembre 2004, sono diminuiti su base annua per Alitalia fra il 2 e il 10% e per Air One dell’1,2%. Lo affermano le due compagnie aeree dopo la diffusione dei dati Istat secondo i quali i prezzi dei biglietti aerei sono saliti a dicembre scorso del 18,3% rispetto a novembre 2004 e del 33,7% rispetto a dicembre 2003.
Alitalia spiega che nel paniere Istat sono calcolate le cosidette ‘full fares’, ovvero le tariffe piu’ alte, ”ma il ventaglio delle offerte tariffarie dei vettori si e’ ampliato divaricando la forbice fra il prezzo piu’ basso e quello pieno. Dunque, nella media, da un anno a questa parte, il prezzo dei biglietti e’ sceso in quanto ne vengono venduti molti piu’ a prezzi piu’ competitivi”. Stessa spiegazione viene anche da Air One e Meridiana, che pero’ non ha indicato la variazione percentuale media dei suoi prezzi.
Nell’analisi dell’Istat si legge che ”sono incluse nel paniere 23 rotte nazionali, 22 rotte europee e 18 rotte intercontinentali che collegano fra loro e con l’estero 10 aeroporti italiani. Le rotte sono state scelte sulla base delle informazioni desunte dalle statistiche sul trasporto aereo e sui viaggi all’estero degli italiani per scopi turistici prodotte dall’Istat”. La rilevazione ha luogo nella prima settimana del mese di riferimento e viene effettuata presso agenzie di viaggio situate in diversi capoluoghi di regione. Mensilmente vengono raccolte circa 400 quotazioni relative alle rotte incluse nel paniere. Viene in particolare rilevato ”il prezzo finale per l’acquisto (comprensivo di tasse aeroportuali e diritto di agenzia) sette giorni prima della partenza di un biglietto di andata e ritorno di un adulto su voli di linea, corrispondente a una permanenza di una settimana nel caso delle destinazioni nazionali ed europee e di due settimane nel caso di quelle
intercontinentali”.

News Correlate